Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/campania/judo2021/CIRCOLARI/novembre/camp_ju/medium/ilenia.jpeg
Judo

Judo. L’ebolitana Ilenia D’Amato conquista il bronzo ai campionati Italiani Juniores 2021

Articolo pubblicato su

_

Articolo di Massimo Guarino

Al PalaPellicone di Ostia Lido si sono svolte le finali del Campionato Italiano under 21 di judo e l’ebolitana Ilenia D’Amato, in forza allo “Skorpion Judo”, ha ottenuto un eccellente terzo posto.
Il primo incontro ha visto la forte judoka salernitana battersi contro Matilde Notti dell’ “Accademia Torino” ed il successo arriva dopo aver messo a segno un “wazari” a circa un minuto dall’inizio dell’incontro e chiudendo lo stesso, solo trenta secondi dopo, con un ulteriore “wazari”. La pantera nera ebolitana affronta poi ai quarti di finale un’altra campana, la testa di serie numero quattro e pluricampionessa in varie arti marziali Cecilia Di Laora, che batte per “schido” con poche difficoltà. La D’Amato in semifinale perde di misura con la testa di serie numero uno, Carolina Mengucci del Banzai Cortina, che sarà proclamata, successivamente, Campionessa Italiana. Ma la forte judoka ebolitana nella finale per il 3° e 5° posto non molla e la sua grande determinazione ed impostazione tecnica le consentono con due wazari, in circa un minuto di combattimento, di avere la meglio contro Danila Trotta del “San Mamolo Judo” di Bologna. Ilenia è medaglia di bronzo ed ancora una volta l’atleta salernitana conferma le sue ottime qualità judoistiche che, in questi anni, le hanno permesso di competere ad alti livelli nei vari tornei nazionali. Enorme la soddisfazione per il Maestro Roberto Serrano, i risultati ottenuti nelle ultime settimane ai campionati italiani cadetti e juniores ed in altri tornei prima, sono il frutto di un grande lavoro che il Maestro ed i suoi judoka stanno svolgendo da anni e che comincia a raccogliere i risultati auspicati.