Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/medium/sumo.png
Sumo

JUDO GAWA SUGLI SCUDI AI TRICOLORI DI SUMO: SONO BEN 7 LE MEDAGLIE CONQUISTATE!

Si sono svolti ieri, presso la Palestra Pini di Milano, i Campionati Italiani di Sumo, che hanno visto la partecipazione anche della società FVG del Judo Gawa, presente con una formazione di 6 atleti.
 
Tra gli Under 18 hanno lottato Andrea Maialetti, che si è classificato al 2° posto nella categoria dei -65 kg al termine di una combattuta finale, e Valentina Furlan che si è invece abilmente classificata al 1° posto. Negli 85 kg Seniores Simone De Biasi ha conquistato l’argento al termine di una bella battaglia mentre Stefano Valerio, dopo essere uscito sconfitto nella semifinale contro il futuro Campione Italiano, ha vinto il bronzo contro plurimedagliato Vito Sganga, superato grazie ad un bell’Uchi Mata.

Terzo posto anche per Enrico Zanetti nei 115 kg mentre Virgilio Perin è riuscito a salire sul gradino più alto del podio negli oltre 115 kg, dando così seguito alla sua serie di titoli italiani.
Nella gara a squadre invece, il Gawa ha schierato un’unica formazione composta nell’ordine da De Biasi, Perin, Zanetti. L’abile tatticismo nello scambiare l’atleta dei pesi massimi con quello dei pesi medi, ha permesso alla società friulana di arrivare in finale contro la formazione lombarda del Judo Club Milano. Ancora una volta la società pordenonese di Gianni Finati ha dato prova della sua superiorità, gli atleti non si sono infatti accontenti di una semplice vittoria, ma hanno battuto la squadra avversaria per tre vittorie a zero, classificandosi così Campioni d’Italia a squadre.
 
La giornata si è poi conclusa in bellezza con il Gawa premiato per il secondo posto conquistato nella classifica delle società, risultato sicuramente positivo visto che la società friuliana era una delle squadre meno numerose in gara.