Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Pochi giorni agli Assoluti a Torino, Ciano: “Occhio alle sorprese, ce ne saranno”

images/large/20190420_ACiano_lesson.jpg

“Sarà un bell’assoluto, al di là di chi lo vincerà”. Parola di Antonio Ciano, che ne ha parlato al termine del 35° Skorpion Stage a Piancavallo, al quale ha portato il suo contributo tecnico assieme ad altri grandi campioni. Oggi, a 38 anni, Antonio è coach del G.S. Fiamme Gialle e di campionati italiani assoluti se ne intende, non solo perché ne ha vinti 5 ed è salito sul podio complessivamente 8 volte, ma soprattutto perché li ha vissuti fino all’ultima opportunità, a 35 anni compiuti, quando ha disputato e vinto l’Assoluto del 2016 a Parma.

Ma per quale motivo, quello in programma sabato e domenica a Torino, sarà un bell’assoluto?

“A me le sorprese piacciono e l’assoluto a Torino potrebbe riservarne più d’una. Stiamo attraversando un periodo in cui il flusso del passaggio di consegne fra atleti maturi e giovani emergenti è particolarmente vivace e la voglia che accende i giovani con le carte in regola a prendere il posto dei campioni potrebbe regalare emozioni forti. E penso ai vari Bedel, Avanzato, Scutto, Agro, Prosdocimo, Magnani, solo per citare i primi che mi sovvengono, sono tutti ragazzi che gareggiano sui tatami internazionali con la stessa naturalezza che potrebbero avere in un campionato regionale”.

Ti sfiora ancora la pazza idea di indossare il judogi e batterti un’altra volta per il titolo assoluto?

“Gli assoluti si possono fare fino a 35 anni e li ho fatti nel 2016 a 35 compiuti, è stato il mio ultimo assoluto e l’ho vinto pure… ma la voglia di combattere ci sarà sempre, al di là dei limiti d’età”. L’appuntamento con il Campionato Italiano Assoluto è per sabato 27 e domenica 28 quando, a quattro anni da Torino capitale europea dello Sport, la città di Torino ospitò l’edizione 2015 del più importante evento judoistico nazionale. Quella nel prossimo week end sarà la 74a edizione maschile, 53a femminile e sarà ospitata nel PalaRuffini.Alla manifestazione parteciperanno anche il Campione Olimpico Fabio Basile e Odette Giuffrida – ha annunciato lo staff del Comitato Regionale Piemonte - i campioni del mondo juniores Manuel Lombardo, Alice Bellandi e Christian Parlati e molti altri atleti con dei palmares di tutto rispetto e partecipazioni alle Olimpiadi”. Le gare del sabato inizieranno alle 9 con le eliminatorie maschili e domenica alla stessa ora con le eliminatorie femminili. Circa 520 gli atleti che si contenderanno il titolo, 67 gli atleti piemontesi e 95 le società italiane partecipanti. Il blocco delle finali maschili è previsto alle 15.30 di sabato e la cerimonia delle premiazioni alle 17.30, domenica invece, final-block e premiazioni sono previste alle 13 ed alle 15. L’ingresso al PalaRuffini avrà un costo di 5 euro e parte del ricavato andrà alla “Fondazione Matteo Pellicone” per finanziare una borsa di studio destinata ad atleti, tecnici e ricercatori del settore. (fonte: www.fijlkam.it/piemonte)

Altre News