Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Oltre 40 nazioni ad Alicante, “gli azzurri sono molto ricercati!”

images/large/20190702_Alicante01.jpg

Un flash da Alicante, dove la squadra azzurra si è recata per partecipare dall’1 al 5 luglio all’EJU training camp assieme a più di 500 atleti di oltre 40 nazioni. “Il livello qui è altissimo, come ci aspettavamo – ha detto Francesco Bruyere che, assieme a Roberto Meloni, segue il team - gran parte dei top player di tutto il mondo rendono il tatami ricco di possibilità di confronto e di crescita. Noi abbiamo lasciato a casa Cristian e Fabio per due infortuni che si sono verificati a Minsk, durante il campionato d’Europa, ma confidiamo di recuperarli al più presto. Per il resto la squadra italiana è piuttosto ricercata, sono in molti che vengono per studiarci, ma i ragazzi sanno affrontare ogni scontro diretto con intelligenza. Cresciamo ogni giorno. La location è fantastica e ieri mattina abbiamo svolto un lavoro di preparazione atletica sulla spiaggia, non dobbiamo dimenticarci infatti, che tra 8 giorni partiamo per Budapest”. Alicante è una città spagnola in cui il judo è da sempre fortemente radicato ed è proprio da qui che sono venuti alcuni dei più grandi successi dello sport spagnolo, come le medaglie olimpiche Isabel Fernandez, Miriam Blasco, Yolanda Soler. Questa è la prima edizione di una nuova fase del training camp che si è tenuto per più di 25 anni a Casteldefels e, a causa della crescente richiesta logistica e la necessità di disporre strutture che si adattino meglio alle esigenze degli atleti, ha trovato ad Alicante la sua nuova casa.

Altre News