Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Odette Giuffrida trionfa a Praga, è campionessa d’Europa!

images/large/20201119_Praga_OGiuffrida_3.jpg

Oro per un’immensa Odette Giuffrida, che ha fatto brillare il sole nella squadra azzurra in occasione della prima giornata di gare a Praga, per il campionato d’Europa senior. Con una gara eccellente la forte atleta romana (26 anni) ha conquistato il titolo d’Europa nei 52 kg, riportando quella gioia che si era spenta proprio nei primissimi incontri della giornata, quando Manuel Lombardo, testa di serie n. 1 dei 66 kg, era stato squalificato per aver portato un attacco che ha messo in leva il braccio dell’azero Orkhan Safarov. Una delusione per tutti, ma in particolare per il campione 21enne dell’Esercito, apparso molto lucido e brillante, al punto che nei 3 minuti e 14 secondi trascorsi fino all’assegnazione della squalifica, l’azero non era riuscito a fare nulla di più che abbozzare un solo attacco, senza riuscire peraltro ad impensierire l’azzurro. Odette Giuffrida invece, è stata irresistibile e se n’è resa conto subito la polacca Karolina Pienkowska, sconfitta per ippon, poi la svizzera Fabienne Kocher ha resistito fino a 2’30” di golden score prima di cadere (wazari) di fronte all’azzurra, quindi la spagnola Estrella Lopez Sheriff è stata logorata, prima wazari e poi ippon. In finale ha trovato ancora quell’Andrea Chitu, romena 32enne, già incontrata molte volte ed anche a Rio. Forte e brava, ma sempre sconfitta. E così è stato anche questa volta, nonostante Chitu abbia adottato una strategia insidiosa insistendo proprio sul piede con il quale Odette porta il suo magico ‘de ashi barai’. C’è stata qualche ansia, è vero, ma alla fine Odette è andata a segno con il seoi nage (wazari) e l’ha portato elegantemente alla fine. Grande Odette, anche questa volta sei stata di parola. Queste le tue parole di ierii: “Voglio vincere per me, per quello che ho superato, per la mia famiglia e per tutti noi italiani. Voglio vincere. È arrivato il momento di farlo". E queste quelle di oggi: “Ancora devo capire bene le mie emozioni... Dopo quello che è successo a Budapest, io e i miei compagni siamo rimasti chiusi dentro al centro olimpico fino al giorno in cui siamo partiti per questo campionato d'Europa. Ogni singolo giorno passato lì dentro, ho immaginato questo momento. Avevo già tutto nella mia testa. Sapevo già che sarebbe successo. Tutti noi della squadra abbiamo passato un momento non facilissimo ma ci siamo dati forza l'uno con l'altro. Oggi mi sento di dedicare questa medaglia a tutti noi. Mi sento di dire che me e ce lo meritavamo. Sono felice e orgogliosa di me stessa e di tutto quello che ho superato. Ci sarebbe ancora tanto da dire ma per ora mi viene solo d'aggiungere: ce l'ho fatta... CAMPIONESSA D'EUROPA”.

Carlos Ferreira European Judo Championships 183573Un’ottima gara è stata anche quella di Angelo Pantano, settimo nei 60 kg con due vittorie brillanti su Christos Ploumpis (Gre) e Luka Mkheidze (Fra), fermandosi poi con Francisco Garrigos (Esp) prima e Jorre Verstraeten (Bel) poi. Un bell’ippon lo ha messo a segno anche Francesca Giorda che, nei 48 kg, ha superato la turca Gulkader Senturk cedendo poi il passo alla transalpina Melanie Clement. Sempre nei 48 kg Francesca Milani è stata fermata dalla belga Anne Sophie Jura, mentre nei 60 kg Biagio D’Angelo è stato sconfitto dal bulgaro Yanislav Gerchev. Domani ben sette gli azzurri in gara, da Edwige Gwend, Maria Centracchio (63) ed Alice Bellandi (70), a Giovanni Esposito, Fabio Basile (73), Antonio Esposito e Christian Parlati (81).

Classifiche prima giornata

48: 1. Shirine Boukli (Fra), 2. Andrea Stojadinov (Srb), 3. Distria Kraniqi (Kos) e Katharina Menz (Ger)

52: 1. Odette Giuffrida (Ita), 2. Andrea Chitu (Rou), 3. Charline Van Snick (Bel) e Estrella Lopez Sheriff (Esp)

57: 1. 1. Hedvig Karakas (Hun), Telma Monteiro (Por), 3. Sarah Leonie Cysique e Theresa Stoll (Ger)

60: 1. Robert Mshvidobadze (Rus), 2. Yago Abuladze (Rus), 3. Francisco Garrigos (Esp) e Jorre Verstraeten (Bel)

66: 1. Orkhan Safarov (Aze), 2. Tal Flicker (Isr), 3. Denis Vieru (Mda) e Kilian Le Blouch (Fra)

Altre News