Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Bellandi ed il mistero del wazari fantasma… “inutile pensarci ora, rimaniamo motivati”

images/large/20210728_ABellandi_3.jpg

Quinta giornata di Olimpiade nel Nippon Budokan a Tokyo ed è l’ultima di gare individuali per l’Italia impegnata con Alice Bellandi e Nicholas Mungai. Nei 70 kg Alice Bellandi va alla grande e supera la marocchina Assmaa Niang, wazari al golden score, quindi la svedese Anna Berholm, numero 12 nella classifica 20210728 ABellandi 7mondiale, con wazari a pochi secondi dal termine. Nei quarti di finale si trova di fronte l’olandese Sanne Van Dijke (n. 3 nel ranking) ed Alice è carica e motivata.

“Alice ha disputato un ottimo incontro ai quarti di finale -è la sintesi fatta dal tecnico azzurro Francesco Bruyere- è riuscita ad infilare un bel o uchi gari a pochi secondi dalla fine valutato wazari e pensavamo davvero che fosse fatta… purtroppo, riguardando le immagini, la giuria esterna si è accorta in ritardo di un wazari portato a segno dall’olandese qualche azione prima e hanno rimesso l’incontro in parità. Questo sicuramente ha destabilizzato un po’ la concentrazione di Alice che ha pagato poi l’unico errore commesso al golden score. Ora è inutile pensare a quello che poteva essere, raccogliamo i cocci e saliamo sul tatami motivati per quello che sarà. Forza Alice!”

Nei 90 kg Nicholas Mungai ha fatto un ottimo incontro con l’uzbeko vicecampione del mondo 2021 pur senza riuscire a riscuotere la posta in palio.

“Bell'incontro condotto sempre attaccando -ha detto il tecnico azzurro Raffaele Toniolo- Ci credevamo perché Nick aveva battuto il vice campione del mondo a fine marzo a Tbilisi. Purtroppo il waza ari incassato dopo 20" ha fatto la differenza 20210728 NMungai 1così come il cambio dei tempi per le sanzioni di passività. Infatti, è palese come a queste Olimpiadi siano stati allungati i tempi della passività”.

Appuntamento alle 10 per il blocco delle finali e, per accedere alla finale per il bronzo, Alice affronta il recupero con la croata Barbara Matic.

Altre News