Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Carnà d’oro nell’European Cup junior a Bucarest, terze Scutto e Silveri

images/large/20210801_Bucarest-4.jpg

Giulia Carnà ha conquistato la medaglia d’oro nei 52 kg a Bucarest nella seconda giornata dell’European Cup juniores e, con lei, sono salite sul podio anche Assunta Scutto nei 48 e Federica Silveri nei 52 kg, entrambe al terzo posto. buoni piazzamento sono stati ottenuti da Carlotta Avanzato e Daniele Accogli, quinti nei 57 kg e 100 kg e poi Giulia Ghiglione, Giulia Giorgi (48) e Veronica Toniolo (57) setttimi.

20210801 Bucarest 3“Questa European Cup  ha visto la presenza di diverse forti rappresentative nazionali -ha commentato il tecnico Monica Barbieri- tra cui Francia, Turchia particolarmente numerose e ben rappresentate, che hanno portato la competizione ad un livello in generale alto, con dei picchi in alcune categorie. Un oro (Carnà -52 kg) e due bronzi (Scutto -48kg e Silveri-52kg), dopo i due bronzi (Lisciani -63 kg e Simonetti +78 kg) ed un settimo posto di ieri, oltre ad altri due quinti e tre settimi posti,  sono il resoconto  della spedizione italiana che nei numeri non rende piena giustizia ai nostri ragazzi, e se l'inno di Mameli è risuonato solamente una volta grazie alla bella vittoria di Giulia Carnà, ciò che si è visto dà comunque la certezza che i nostri ragazzi ci sono e sapranno esserci ancor di più ai prossimi importanti appuntamenti di questa classe, il Campionato d'Europa del prossimo settembre in Lussemburgo ed ancor di più il Campionato del Mondo che si disputerà in ottobre proprio in Italia. È evidente come il circuito stia ripartendo a tutti i livelli e ci sia la voglia ed il bisogno di competere e recuperare il tempo perduto”.

“Sono molto soddisfatta della prestazione e del judo che ho espresso oggi, -ha detto Giulia Carnà-  considerando anche che è la mia prima European Cup Junior. Sapevo di poter venire qui e fare bene ma fare suonare l’inno di Mameli è un’emozione unica. Sono ancora più contenta di aver condiviso questa medaglia d’oro con il mio maestro Fabrizio Fantauzzo che finalmente era qui con me a seguirmi. Adesso testa ai Campionati Europei Cadetti. Ringrazio anche il mio Maestro Marco, la mia famiglia ed i compagni del mio club: la Judo Virtus”.

“In settimana mi sono infortunata ad una caviglia e sono arrivata qui che non ero al massimo -ha detto Assunta Scutto- sono contenta di aver portato a casa un’altra medaglia e tanta esperienza nonostante tutto. Ringrazio come sempre Antonio Ciano che è venuto qui: gli devo davvero tanto perché senza di lui oggi non penso sarei riuscita a fare quello che ho fatto… questo è un periodo di carico per poi fermarmi e pensare all’obiettivo principale che sono europei e mondiali proprio in Italia. È evidente come il circuito stia ripartendo a tutti i livelli e ci sia la voglia ed il bisogno di competere e recuperare il tempo perduto”.

“Sono molto felice per la gara di oggi -ha commentato infine Federica Silveri- ho ritrovato me stessa e soprattutto ho ritrovato la guerriera di un tempo.  Torno da un brutto infortunio, e questa medaglia è la conferma che posso fare tutto. Ovviamente sono dispiaciuta per la semifinale, ma sono convinta che mi aspettano cose più grosse. Ringrazio il mio coach di oggi Andrea e tutto lo staff del Banzai Cortina”.

Altre News