Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’emozione di Carolina e Matilde alla partenza per le Paralimpiadi a Tokyo

images/large/PHOTO-2021-08-20-15-47-37.jpg

È iniziato il secondo viaggio olimpico che porta ai Giochi Paralimpici e sul volo per Tokyo ci sono salite anche le atlete qualificate per le gare di judo, Carolina Costa e Matilde Lauria assieme ai tecnici Silvio Tavoletta e Roberto Tamanti. Le gare dei Giochi Paralimpici inizieranno martedì 24 agosto e per le gare di judo invece bisognerà attendere domenica 29. C’è una bella emozione nella delegazione italiana costituita da 113 atleti che saranno impegnati in 15 diverse discipline ed è un’emozione particolare anche quella trasmessa dal gruppo del judo al momento della partenza.   

PHOTO 2021 08 20 15 47 37 2“Sono emozionato più di loro -ha detto Silvio Tavoletta- mi sento un papà con due figli ed un fratello maggiore, che sarebbe Roberto Tamanti. Siamo molto emozionati, ma siamo in armonia e questa è la cosa più importante”.

“Io sono abbastanza carica, piena di adrenalina -ha detto Carolina Costa- e spero che da qui al 29 duri questa tensione per metterla in gioco tutta sul tatami, anche se ogni tanto vorrei essere un pochino più serena. Non so cosa mi aspetta, perché tutto è un’emozione nuova, mai vissuta, però andiamo alla grande”.

“Io mi sento molto emozionata -ha detto Matilde Lauria- anch’io molto carica, però ho anche la mia ansia o meglio ho l’altra Matilde che mi aspetta e quindi devo tener duro ed andare avanti con forza fino alla gara”.

Altre News