Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Busà doma Aghayev ed è campione d’Europa, Italia 6 volte sul podio

images/large/LuigiBusàOro.jpeg

Campione d’Europaaaaa! È l’urlo liberatorio di Luigi Busà al termine della finale per l’oro nei 75 kg vinta su Rafael Aghayev, l’azero invincibile. Ma è tutto il team Italia che urla e gioisce in conclusione a questa giornata del Campionato d'Europa a Guadalajara in cui ha conquistato l’oro con Luigi Busà, ma anche l’argento con Viviana Bottaro nel kata ed Angelo Crescenzo nei 60 kg, più tre medaglie di bronzo con Silvia Semeraro nei 68 kg, Mattia Busato nel kata e la squadra femminile di kumite con Laura Pasqua, Clio Ferracuti, Lorena Busà e la stessa Silvia Semeraro. Queste le parole dei protagonisti. Luigi Busà: “Campione d’Europa! Sono felicissimo, è stato un combattimento difficilissimo, tattico, tirato, ma l’ho spuntata. Siamo 5 a 4 per lui (Rafael Aghayev, ndr), ma oggi il re sono io!” Viviana Bottaro: “Sapevo che era quasi impossibile vincere oggi con la Sanchez, beniamina di casa, campionessa del mondo ed europea in carica, prima nel ranking, è attualmente al top. È stato importante essere in finale e dimostrare di non essere da meno, anzi! Ho un bel po’ di margine per migliorare e si lavora per costruire. Mi tengo stretto questo argento europeo e guardo avanti con fiducia”. Angelo Crescenzo: “È stato molto importante per me essere lì, sul podio, soprattutto per questa corsa verso Tokyo. L’appuntamento con l’oro è solo rimandato, ne riparliamo l’anno prossimo, ce la metteremo tutta e continueremo a lavorare”. Silvia Semeraro: “Con una mano si poteva fare ben poco, abbiamo sfruttato una soluzione tattica sull’avversaria, mantenendo tranquillamente la mia guardia, l’ho pressata tutto il tempo, ho cercato comunque il momento in cui lei sbagliava, sono stata molto lucida ed è stata questa la scelta vincente. Sono molto contenta per questa medaglia, salire sul podio di un Europeo senior è davvero importante”. Mattia Busato: “Le eliminatorie è andata così così, ed io mi ero preparato per fare la finale per l’oro, ma ci sono stati dei momenti che hanno compromesso l’obiettivo principale, Adesso posso dire che non posso essere dispiaciuto per il bronzo. Stiamo facendo un ottimo lavoro e c’è da essere contenti dei risultati che stiamo ottenendo”. Squadra femminile kumite: “Abbiamo dato tutto e buttato il cuore oltre l’ostacolo, penso si sia visto – ha detto Silvia Semeraro, per conto di tutta la squadra – ci siamo messe in gioco al meglio per portare a casa, tutte assieme, questa medaglia”.