Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Giochi del Mediterraneo: Chamizo da sogno, è oro a Tarragona! Iannattoni d'argento

images/frank_simone.jpeg

Roma, 26 giugno 2018 - La seconda giornata dei Giochi del Mediterraneo dedicata alla lotta libera si è chiusa con un oro e un argento per l’Italia, conquistati rispettivamente da Frank Chamizo e Simone Iannattoni. 

Immenso Frank. L’italo-cubano si mette al collo la medaglia d’oro a Tarragona dopo una finale incredibile che lo vede primeggiare sull’egiziano Moustapha Sami per 15-4 nei -74 kg.  “Mi mancava l’oro in questa competizione – commenta l’azzurro-, sono contento e posso dire che ce l’abbiamo fatta. Grazie a tutti e alla family Fijlkam per il sostegno che mi e ci date perché è davvero importante per noi. La mia promessa è che continueranno ad arrivare altri risultarti importanti”. Un percorso netto e senza rivali quello di Frank che è salito sulle materassine spagnole ieri superando al primo turno il maltese Galea con il punteggio di 10-0, per poi proseguire verso la semifinale grazie al forfait del greco Binenmpaum per infortunio. La sfida forse più difficile è arrivata proprio nel turno seguente con il turco Demir Muhammet che viene però eliminato in un incontro avvincente terminato 19-10. 

Simone Iannattoni conquista invece l’argento nei -97 kg dopo aver ceduto in finale 11-0 contro il macedone Nurov: “Potevo lottare meglio, sarà stata l’emozione o la stanchezza dei due giorni di gara, ma sicuramente ero più carico ieri. Sono comunque contento, anche se rammaricato, ma so di essere giovane e di avere ancora tanti anni davanti per migliorare, maturare esperienza e portare altri risultati all’Italia”. Simone ha sorpreso ed emozionato ieri durante le eliminatorie dove si è imposto al primo incontro sull’egiziano Merghany 6-4 e in semifinale ha dominato il francese Maxime Francois per 6-2. 

Amarezza per Aron Caneva che, impegnato nel girone nordico degli 86 kg, vince 12-9 con il macedone Veselovski Besmir, ma avendo perso ieri prima contro lo spagnolo Friev 9-0 e poi contro il turco Bilici14-3 si deve accontentare del quarto posto. Sempre ieri Francesco Gaddini ha ceduto il passo al francese Mukhtarovper 11-0, uscendo nelle eliminatorie. 

Donne - Prima giornata di gare invece per le donne. Dalma Caneva (68 kg), Sara Da Col (62 kg) e Carola Rainero (57 kg), tutte impegnate nel girone nordico, restano in gara con la possibilità di una medaglia. Domani dovranno vedersela rispettivamente con la turca Tosun Buse, la turca Yesilirmak Esil e la algerina Aoussi Chamaa. Niente da fare per Emanuela Liuzzi e Francesca Mori, fuori nelle eliminatorie. 

Altre News