Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/toscana/CAMPIONATO_ITALIANO_KATA/medium/ASD_187_FOLGORE_-_LEONARDO_BOMBARDI.jpeg
Karate

BOMBARDI DI BRONZO E LA TOSCANA SUL PODIO ANCHE NEI KATA!

 1.jpgNei giorni di 9, 10, 11 luglio presso il centro olimpico Palapellicone a lido di ostia si sono disputati i Campionati Italiani di   Kata maschili e femminili per le classi esordienti, cadetti, juniores e seniores.

 Alll’evento hanno partecipato 140 club con 509 atleti provenienti da tutta la penisola.

 La toscana era presente con 7 società e 25 karateka che avevano superato le fasi regionali di Camaiore (LU).

 A dispetto del periodo covid la competizione è stata di altissimo livello in tutte le classi di età.

 La splendida cornice del Palapellicone, teatro italiano del karate, ha visto brillare la meritata medaglia di bronzo 🥉 del   cadetto Leonardo BOMBARDI (in forza all' ASD Esercito 187° Folgore di Livorno), che è salito sul podio nella categoria   “cadetti”, conquistando così la cintura nera primo dan per meriti sportivi e la convocazione per il seminario ristretto della   nazionale giovanile in vista degli imminenti Campionati Europei di Tampere.

 Nella medesima classe buon piazzamento dell'atleta Giuseppe COSCI (ASD karate Camaiore) che ottiene invece il nono   posto.

 Negli juniores bene ancora leonardo bombardi, settimo posto per lui, seguito da Luca DALLE LUCHE (CAM Lucca) nono.

 Infine, mentre nella classe esordienti femminili Ester MATTUGINI (spazio sport) si ferma al nono posto, nel maschile il   miglior piazzamento toscano è dell'atleta della master fitness Davide BURALI (undicesimo).

 al termine della competizione soddisfazione per Vincenzo CORVAGLIA, tecnico della ASD 187°, che e’ stato premiato per il   terzo posto in Italia, per il risultato ottenuto dal folgorino BOMBARDI.

 I complimenti del Comitato Regionale si estendono a tutti i qualificati al Campionato Italiano, che si sono battuti per i colori   toscani, e a tutti i tecnici e accompagnatori che hanno preso parte alla competizione sportiva.

 Un ringraziamento speciale va anche al presidente di giuria Maurizio GAMBACORTA e agli UdG toscani Alessio GIRALDI   e Gaia TACCOLA che hanno ben officiato durante tutta la lunga maratona del week-end.

 Emozionati, abbiamo colto l’occasione del podio nazionale di kata di Leonardo, appena rientrato dalle fatiche di ostia, per   fargli qualche domanda:

 

Ciao Leo e grazie per essere qui

  • Grazie a voi! e ciao a tutti!!

PERCHÉ HAI SCELTO IL KARATE E TRA LE DUE SPECIALITÀ IL KATA?

  • Mi sono avvicinato a questo sport perché lo praticava il mio migliore amico delle elementari, poi sono entrato nella FIJLKAM ed ho iniziato a praticare sia kata che kumite, al momento di scegliere ho preferito il kata perché’ mi piace l’idea della ricerca della perfezione in ogni movimento e poi perché non ero molto portato per il kumite.

QUANDO NON FAI KARATE COSA CATTURA DI PIÙ LA TUA ATTENZIONE?

  • quando non faccio karate sono interessato a leggere libri gialli o sulle grandi guerre del passato

QUALI SONO I TUO SOGNI? DOVE VORRESTI ARRIVARE NELLO SPORT E NELLA VITA?

-  nello sport, come tutti, punto ad arrivare più’ in alto possibile come vincere una medaglia olimpica, invece nella vita punto ad aprire una mia palestra di karate.

COME HAI FATTO A MANTENERE ALTE LE MOTIVAZIONI IN QUESTO LUNGO E DIFFICILE PERIODO SENZA GARE?

Tutto grazie ai miei genitori che mi hanno allestito una piccola palestra in casa dove ho potuto allenarmi, anche se a distanza, con il mio maestro e poi grazie alle gare online che sono state organizzate su sportdata.

cosa consiglieresti a Leonardo se tu fossi il suo maestro?

se fossi il maestro di me stesso mi consiglierei di andare avanti e continuare ad allenarmi sia quando vedo dei buoni risultati sia quando tutto sembra bloccato e che i successi, piccoli o grandi, sono punti di partenza e non di arrivo.

Grazie per aver condiviso con noi una parte di te e ancora complimenti per questo bellissimo traguardo!