Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/medium/GIORGIA_STANGHERLIN_novembre_2018.jpg
Judo

JUDO Agli Europei U23 bronzo per la Stangherlin

JUDO . Un nuovo successo per la ventiduenne trevigiana Giorgia Stangherlin che conquista un bellissimo bronzo nei – 70 kg ai campionati Europei U23 che si sono svolti a Gyor ( Ungheria). Dopo aver conquistato quest’anno il titolo tricolore , l’argento nell’European Cup Seniores di Sarajevo (in Bosnia Erzegovina) e la vittoria ai Giochi del Mediterraneo in Spagna poi quinta a Glasgow nella World Cup – Continental Open, nel week end appena terminato è salita sul terzo gradino del podio. Un ottimo percorso , quello di Giorgia Stangherlin, che ha guadagnato la semifinale dei 78 kg superando al golden score la russa Alexandra Gimaletdinova e con due waza ari la croata Brigita Ljuba. La kosovara Loriana Kuka, che Giorgia aveva sconfitto a Tarragona nella finale dei Giochi del Mediterraneo, questa volta si presa la rivincita sulla 22enne veneta e poi, il titolo europeo. Giorgia ha dimostrato di essere preonta per traguardi di spessore in quanto si è presa il lusso di piazzare due waza ari in un minuto alla croata Petrunjela Pavic. “Sono venuta qui per vincere, come si cerca di fare sempre – ha detto Giorgia Stangherlin – dopo tutto il lavoro che ho fatto quest’anno volevo una medaglia ed è andata bene, anche se non benissimo. Sono dispiaciuta per la semifinale, ho incontrato un’atleta forte. In finale ai Giochi del Mediterraneo ho vinto io, questa volta ho commesso un errore e ha vinto lei. Desidero ringraziare il Centro Sportivo Carabinieri, la mia famiglia, la federazione e Roberto Meloni che mi ha seguita oggi”. Anche l’altra trevigiana Alessandra Prosdocimo è scesa sui quadrati ma, dopo aver superato l’Ungherese Lorinc ha dovuto nel arrendersi alla austriaca Michaela Polleres, che poi conquisterà l’oro, piazzandosi al settimo posto.