Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Judo/Gallery_Judo_2019/medium/ecjuniorleibnitz2019_prosdocimo_argento.jpg
Judo

SPLENDIDO ARGENTO DI PROSDOCIMO IN EUROPEAN CUP

È un argento che ha il sapore dell’impresa quello conquistato da Mattia Prosdocimo nella Junior European Cup di Leibnitz (Austria).

Il tabellone di gara dei 73kg fa pensare più ad un mondiale che a una tappa di European Cup. Ci sono tutti i più forti, dal giapponese ai brasiliani ai russi, tutti atleti che ricoprono i primi posti della ranking internazionale.

Prosdocimo, che alla vigilia della gara in ranking è dodicesimo, parte come testa di serie numero tre ma questo non basta per garantirsi l’avanzamento nel tabellone e a questo livello ogni minimo errore può costare la gara.

Nel primo incontro l’atleta del Judo Vittorio Veneto ha la meglio sul brasiliano Bruno PADUA segnando un ippon dopo 1'20". Al turno successivo è lo sloveno Aljaz PLANTAK a metterlo difficoltà mettendo a segno waza-ari per primo, ma Mattia riesce abilmente a ribaltare la situazione marcando ippon dopo 1'30". Nel terzo incontro con l’olandese Owen  VAN BRAAM, il valdobbiadenese parte bene marcando waza-ari, ma l’esito rischia di essere compromesso a causa di un colpo fortuito che richiede ben due interventi medici. Nonostante un iniziale ritorno dell’olandese, Mattia riesce a mettere a segno anche il secondo waza-ari che lo porta diretto ai quarti di finale dove lo aspetta il connazionale Andrea SPICUGLIA. Gli atleti si conoscono e l’incontro si protrae fino al termine dei quattro minuti concludendosi con un waza-ari in favore dell’atleta veneto che approda così in semifinale. Ad attenderlo il temibilissimo giapponese Yuya MURAKAMI che arriva dalla vittoria sul russo testa di serie numero uno. I due atleti danno vita ad uno scontro aperto solo dopo oltre nove minuti di incontro è proprio Mattia a spuntarla e a conquistare la finale per l’oro. A questo punto c’è un altro avversario ostico, il russo Georgii ELBAKIEV, che con due waza-ari chiude la finale anzitempo privando Mattia del primo posto.

Dopo la delusione dei Campionati Italiani Juniores appena due settimane fa, arriva quindi un’importante conferma in campo internazionale per l’atleta Veneto che commenta così la sua gara: “è stata una gara molto dura paragonabile ad un Mondiale andando a vedere i pre-iscritti, ho faticato molto e ad inizio gara non credevo di arrivare in fondo ma incontro dopo incontro sono arrivato fino alla fine anche se la finale non mi è piaciuta molto.. che altro dire, sono molto soddisfatto di questa medaglia!”.

L’argento di Prosdocimo nei 73kg e di Enrico Bergamelli nei 100kg rimangono le uniche due medaglie conquistate dall’Italia nella tappa austriaca, mentre sono stati ben cinque gli onorevoli quinti posti.

I risultati e i tabelloni completi sono disponibili su www.ippon.org..