Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Judo/2019/medium/prosdocimo_europei_juniores_2019.jpg
Judo

Campionati Europei Juniores: Prosdocimo a due secondi dal bronzo

Ci ha fatto sognare oggi Mattia Prosdocimo! Una finale per il bronzo dei 73kg bellissima, aperta fin dall’inizio ma che regala il meglio nel golden score. Nonostante le fatiche della prima parte della giornata è un susseguirsi di attacchi e contrattacchi sia a destra che a sinistra sia da parte di Mattia che dell’austriaco Czizsek. In un’azione al suolo Mattia è letteralmente a due secondi dalla medaglia di Bronzo ma l’austriaco si libera appena in tempo e subito dopo marca ippon di gaeshi lasciando l’azzurro fuori dal podio.

Avremmo preferito naturalmente vederlo con la medaglia al collo ma resta comunque una prestazione di altissimo livello in cui il giovane valdobbiadenese in forza al Judo Vittorio Veneto non solo si conferma tra gli atleti più forti d’Europa ma fa vedere anche un judo di qualità che lascia ben sperare per il futuro.

Il percorso verso la finale vede Mattia superare l’austriaco Gassner per ippon e il finlandese Olin per waza-ari prima della battuta d’arresto con il forte russo Makhmadbekov. Nei recuperi il veneto ha la meglio sul portoghese testa di serie numero uno Fernando conquistando l’accesso alla finalina per il bronzo.

“La pool era dura – commenta Prosdocimo - nessun incontro è stato facile e i due piccoli errori che ho commesso mi hanno tolto la medaglia. Il primo incontro con Gassner è stato faticoso ma l’ho portato a casa al golden score mentre il secondo con il finlandese Olin è stato duro perché lui giocava in casa e c'era molto tifo ma l'ho spuntata con un wazari ancora al golden score. Poi nell’incontro chiave con il russo ho perso di wazari però non ci avevo mai combattuto così bene. Nei recuperi con il Portoghese Joao ho vinto abbastanza facilmente di leva, mentre la finale si commenta da se… l’ho immobilizzato e si è liberato dopo 8 secondi.. poco dopo un ippon abbastanza "sfortunato". Si concludono così questi europei individuali a Vantaa con la seconda medaglia di legno”.

Una medaglia per l’Italia tuttavia arriva anche oggi. È il bronzo di Martina Esposito nei 70kg. Dopo due ippon sulla russa Gerisova e sulla croata Violic l’atleta napoletana viene fermata dalla georgiana Tchanturia. Nei recuperi supera la croata Kliba e infine, con un osaekomi allo scadere sull’isrealiana Goshen conquista il bronzo. "Sono felice – commenta Martina – anche se non mi accontento. Ovviamente puntavo più in alto, ma c’è ancora tanto da lavorare. Questa medaglia la voglio dedicare al mio maestro, a tutti i ragazzi che mi hanno seguita, alla squadra e soprattutto ai coach”. 

Niente da fare per gli altri italiani in gara oggi: un incontro vinto a testa per Andrea Spicuglia (-73kg), Flavia Favorini (-63kg) e Kenny Bedel (-81kg), mentre si ferma al primo turno Nicolle D’Isanto (-63kg).

Poteva andare meglio invece a Giacomo Gamba negli 81kg che dopo aver eliminato il russo testa di serie numero uno Shukoriev, nell’incontro (vinto) con il bulgaro Gramatikov rimedia un infortunio che lo costringe a dare forfait.

Domani si concludono le gare individuali con le categorie maschili 90kg, 100kg e +100kg e quelle femminili dei 78kg e +78kg.

Le classifiche complete sono disponibili sul sito www.ippon.org.