Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/umbria/medium/Varazi-Proietti-kzID--712x402Gazzetta-Web_712x402.jpg
News

Proietti-Varazi, a Gran Canaria il terzo oro europeo consecutivo nel kata

dalla Gazzetta dello Sport

Per l’Italia oltre alla coppia vincitrice nel Katame no-kata, titolo continentale per Mauro Collini-Tommaso Rondinini nel Nage no kata e Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini nel Goshin Jutsu. E arrivano altre tre medaglie

Enzo de Denaro -

Non c’è due senza tre. Ed anche per Stefano Proietti ed Alessandro Varazi, questo modo di dire ha trovato la sua conferma puntuale. È accaduto a Las Palmas in occasione del campionato d’Europa di kata al quale hanno partecipato 228 judoka di 17 nazioni e la coppia azzurra, specializzata nel “Katame no kata”, forme e principi della lotta a terra, hanno conquistato il titolo europeo per il terzo anno consecutivo. Si tratta di un risultato eccellente, ma che non è arrivato da solo, sono state tre infatti le medaglie d’oro, più una d’argento e due di bronzo, che sono state conquistate oggi, nella giornata riservata alle prove “Open”, con le sei migliori coppie selezionate dalle prove del giorno precedente, quando ciascuno dei 5 kata si è diviso per fascia d’età in due gruppi. Ed i primi tre del gruppo “Under” con i primi tre del gruppo “Over” hanno concorso al titolo Open. Cinque le forme in gara, tre le medaglie d’oro italiane: Mauro Collini-Tommaso Rondinini nel Nage no kata, Stefano Proietti-Alessandro Varazi nel Katame no kata, Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini nel Goshin Jutsu, ai quali si sono aggiunte anche la medaglia d’argento di Giovanni Tarabelli-Angelica Tarabelli nel Ju no kata e quelle di bronzo di Andrea Fregnan-Pietro Corcioni nel Katame no kata e Enrico Tommasi-Giulio Gainelli nel Kime no kata.

La soddisfazione di Proietti

“Per ben tre volte oggi è suonato l’inno italiano – ha detto Stefano Proietti - ma c’è stata anche la quarta con il primo posto di Carlotta Franzina-Camilla Franzina nel Ju no kata young. È stata una bellissima gara, il livello è cresciuto. Io ed Alessandro per la terza volta consecutiva abbiamo vinto l’oro sia nella categoria che nell’Open, ma bene hanno fatto anche Fregnan e Corcioni, con l’ottimo secondo posto di ieri, confermato oggi ai vertici del Katame no kata europeo con il terzo posto. Il livello è cresciuto in generale e non è stato facile, anche perché siamo in Spagna, che è sempre stata una squadra nostra ‘competitor’, è cresciuta tantissimo la Francia in tutti i kata, ma ottimo è stato anche il comportamento dei nostri giudici, proprio perché nessuno ha commesso errori eclatanti e quindi non è facile per loro giudicare sulla base dei minimi dettagli”.