Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/medium/20170204_Assoluti-02-750x460.jpg
Judo

Judo - Buone sensazioni per il ritorno in gara di Medves

A 3 mesi dall'argento europeo e dal successivo intervento al gomito, Matteo Medves è risalito sul tatami in occasione del Gran Prix di Zagabria.

Un appuntamento non da poco per l'atleta azzurro per rientrare in gara che tra oggi e domenica vede in scena ben 512 atleti provenienti da 78 nazioni all'interno della Zagreb Arena.

Due gli incontri di Matteo che ha trovato sul suo percorso dapprima il cileno Sebastian Perez, battuto per ippon, e poi il giapponese campione del mondo di categoria in carica Hifumi Abe, dove l'unico rammarico è su quel sode che, peccando un po' di ingenuità, non è riuscito ad evitare rimanendo poi un po' troppo statico anche a terra.
"Conosco bene chi avevo davanti, ma non mi sono lasciato prendere dall'agitazione - racconta Medves -  Sono salito sul tatami pensando di scontrarmi con un ostacolo non indifferente, ma soprattutto nella prima parte dell’incontro ho avuto modo di constatare diversi suoi punti deboli da poter sfruttare per farlo cadere."

Nonostante tutto, le sensazioni del ritorno in gara sono state alquanto positive, anche se la forma è ancora da recuperare pienamente.
"Ora si continua a lavorare - commenta in conclusione - In Giappone l'obiettivo è quello di fare 30/40 minuti di fila reggendo botta!"