Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2021/medium/1010_Olbia-gara_a_squadre.jpg
Judo

Mondiali Juniores - L’Italia chiude la rassegna iridata con il 7° posto nel Mixed Team!

Si conclude con il settimo posto nel Mixed Team la rassegna iridata per la spedizione azzurra e per la friulana Asya Tavano, salita oggi sul tatami di Olbia dopo la stop di ieri al secondo turno nell’individuale. Assente giustificata la triestina Veronica Toniolo, impossibilitata a combattere a causa dell’infortunio patito al gomito proprio durante l’evento.

Dopo la secca vittoria ottenuta sul Kazakistan, 4 a 1 con le vittorie proprio di Asya, che ha superato per ippon Karina Takiyeva grazie ad una leva, Lorenzo Rossi, Carlotta Avanzato e Martina Esposito, la squadra azzurra ha affrontato nei quarti la solida Turchia in una sfida certamente insidiosa, ma possibile per le forze in campo. Possibile almeno fino quando il ginocchio di Vincenzo Pelligra ha ceduto costringendolo ad abbandonare. E la Turchia, ormai sul 3 a 0, ha portato a casa l’incontro nonostante il punto messo a segno da Martina Esposito.

Le cose poi, si sono complicate anche nel recupero con l’Ucraina, che l’Italia ha iniziato già avanti di un punto per l’assenza dell’avversaria da opporre a Carlotta Avanzato nei 57 kg. Un vantaggio raddoppiato poi da Luigi Centracchio, che ha praticamente annullato Rostyslav Berezhnyi, ma non la risposta decisa dell’Ucraina che ha ribaltato il risultato fissando il finale sul 4 a 2.

“Abbiamo fatto comunque un buon mondiale - ha detto il tecnico Salvatore Ferro - tutti i nostri ragazzi hanno messo in gioco il massimo impegno, nessuno si è tirato indietro ed il fatto che sarebbe potuto arrivare qualcosa di più è nell’ordine delle cose, anche se lascia in ciascuno di noi un certo disappunto”.

“L’infortunio occorso a Vincenzo Pelligra ha costituito la svolta per la nostra gara di oggi - ha detto il tecnico Corrado Bongiorno - e purtroppo per noi, è stata una svolta negativa. Tutte le ragazze ed i ragazzi ci hanno creduto e non hanno mai mollato, perciò ritengo che il bilancio di questo campionato per noi sia ugualmente positivo. La squadra c’è e guarda con fiducia al futuro”.

Risultati 5ª giornata

Finale terzo posto A: Ucraina-Germania 3-4

Finale terzo posto B: Ungheria-Turchia 2-4

Finale primo posto: Francia-Russia 4-0

Classifica: 1. Francia, 2. Russia, 3. Germania e Turchia, 5. Ucraina e Ungheria, 7. Italia e Brasile