Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2020/medium/0220MGADayPn.jpeg
MGA

MGA Day. A Pordenone una giornata rivolta allo studio del Metodo Globale Autodifesa

Domenica 16 febbraio si è svolto presso il Sekai Budo di Pordenone l’MGA Day, uno stage tenuto dal maestro Giancarlo Bagnulo per approfondire il metodo di Difesa Personale adottato dalla Federazione. È stato un importante incontro che dimostra la continuità delle attività di diffusione dell’MGA sul territorio regionale.

Durante questa giornata è stato possibile studiare ad ampio spettro l’MGA. Si sono analizzate le similitudini tra il metodo e le discipline marziali federali da cui trae ispirazione, specialmente le correlazioni con il metodo Bianchi, uno degli stili di jujitsu presenti in FIJLKAM.

L’MGA in Friuli Venezia Giulia ha una lunga tradizione di sviluppo. In particolare la collaborazione con il maestro Bagnulo nel diffondere l’MGA in regione dura dall’inizio degli anni duemila. Secondo le parole dello stesso Bagnulo “l’attività di insegnamento in Friuli Venezia Giulia si è ben sviluppata e presenta un livello più che soddisfacente e soprattutto suscita moltissimo interesse. A Pordenone, ad esempio, Andrea Vignola sta portando avanti un ottimo lavoro diffondendo l’MGA nelle scuole e nei comuni. È questo lo scopo da raggiungere: non solo avvicinare la popolazione, ma anche coinvolgere le istituzioni”.

L’MGA Day è stata anche una preziosa occasione per presentare il progetto Kids kicking Cancer. Il progetto prevede attività di arti marziali nei reparti di emato oncologia pediatrica condotte da insegnanti appositamente formati. La prospettiva è di aprire attività di volontariato a Trieste e Udine.

“La giornata è stata proficua e positiva. Abbiamo svolto sei ore di lavoro molto intense ma seguite con grande interesse ed entusiasmo” questo il commento del maestro Bagnulo a fine dello stage. Soddisfazione anche da parte del fiduciario regionale di MGA, maestro Edoardo Reganzin, che ha apprezzato sia la didattica del maestro Giancarlo sia l’organizzazione dello stage da parte di Andrea Vignola.