Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/BEDEL_KENNY_KOMI.jpg
Judo

ASSOLUTI 2019: FINALE QUASI CASALINGA AI RECUPERI DEGLI 81 KG. BEDEL INCONTRA TOSOLINI!

“Questo è un cambio generazionale” commenta qualcuno degli arbitri assistendo all’incontro che deciderà chi tra la “vecchia guardia”, rappresentata da Ermes Tosolini, classe 1991 e Kenny Komi Bedel, il giovane emergente, classe 2000, andrà a disputare la finale per il bronzo.
L’incontro è da subito molto tirato: Bedel cerca spazio per qualche entrata, Tosolini tende a chiuderlo, al punto da prendere una prima sanzione per passività e una seconda per bear hug. Anche Bedel raccoglie uno shido; nella tensione dell’incontro, in cui nessuno dei due risparmia le energie, finiscono insieme fuori dal tatami, addosso ad una delle sedie dei coach. Si riparte, Bedel trova un varco e ci si tuffa, marcando waza ari di tani otoshi. È forse quello che fa scattare Tosolini, che prova un attacco, non badando troppo alla chiusura: è shido per bear hug, il terzo, il definitivo. Bedel si guadagna un posto nella finalina per il bronzo, dopo una gara in cui ha dominato soprattutto nella lotta a terra. La prima vittoria è arrivata, in fatti di kanstsu waza; poi la battuta d’arresto contro la testa di serie campana Gaetano Palumbo. La scalata nei recuperi lo ha visto sempre determinato e concentrato, senza smentirsi contro il corregionale.

Nella finale per il terzo posto contro Falcone Bedel cerca l’approccio in ne waza, uno dei suoi punti di forza, ma è invece con un bell’ippon di harai goshi che si guadagna l’ambita medaglia, concludendo una gara ben gestita. “L’obiettivo è sempre il gradino più alto del podio, ma sono riuscito a portare a casa una medaglia e sono comunque soddisfatto oggi! Il prossimo obiettivo? Le finali Juniores tra due settimane a Brescia!”

Giornata che, per il resto, non ha saputo dare soddisfazione ai nostri atleti, nessuno dei quali è andato oltre le fasi iniziali, malgrado qualche buon esordio, come nel caso delle vittorie iniziali, rispettivamente per ippon e per hansoku make, di Davide Toffoli (Polisportiva Villanova) e Manuel Smolars (SGT), che però non riescono ad avanzare nel vivo della competizione.

Domani sarà il turno delle donne, già agguerritissime e pronte alla sfida. Appuntamento quindi alle ore 9.00 con lo streaming e un’altra giornata di ottimo judo!