Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/20190811_GGamba_ACiano_KPerna.jpg
Judo

Cluj-Napoca: oro per Gamba, bronzo per Perna

È stata prepotente la Romania nella prima giornata dell’European Cup juniores a Cluj Napoca, torneo che a ridosso di ferragosto ha radunato 234 atleti di 27 nazioni. Sei medaglie, di cui tre d’oro, per la numerosa rappresentativa di casa, per l’Italia invece ha gareggiato il solo Leonardo Valeriani che, nei 66 kg, ha superato il primo turno con l’ucraino Verbytskyi ed è stato successivamente fermato dal romeno Olaru, poi terzo. “Anche Cluj Napoca, come tutte le gare Juniores, il livello è sempre alto – ha detto Gianluca Valeriani, coach e padre di Leonardo - spesso sono gare più difficili che non gli open Seniores. In questo caso l’assenza dei russi ha sicuramente reso la gara un po’ più semplice, come le altre dove si è verificata questa condizione. Leo, al rientro da un infortunio alla spalla, nel secondo incontro con Olaru, rumeno vecchia conoscenza del judo italiano, su un’azione al suolo per la quale Olaru è stato sanzionato per leva alla spalla, gli si è riacutizzato il dolore e non ha potuto concludere l’incontro per come lo stava gestendo. Ora qualche giorno di riposo e poi riprendiamo con lo stage a Lignano”. 

Con il primo posto di Giacomo Gamba negli 81 kg ed il terzo posto di Kenya Perna nei 52 kg la seconda giornata dell’European Cup Junior a Cluj Napoca, in Romania, è stata generosa di soddisfazioni. Sono terminati tutti per ippon i cinque incontri disputati da Giacomo Gamba, sul montenegrino Sinanovic, sul macedone Sherifovski, shido 3 con lo svedese Edlund, sul moldavo Marian ed in finale con juji gatame sul georgiano Sherazadishvili. “Ho fatto un periodo lungo e duro di allenamento senza pause e sono molto contento per questa medaglia che ripaga un po’ tutte le fatiche – ha detto Giacomo Gamba - Ora qualche giorno di riposo e poi ci si riprende ad allenare”. Tre vittorie e tutte per ippon anche per Kenya Perna, fermata soltanto in semifinale dall’israeliana Yuli Snir (wazari), ma con Perekhrest (Ukr), Badiceanu (Rou) e nella finale per il bronzo con Baran (Rou) i match sono stati risolti sempre anzitempo. “È stata una settimana molto dura – ha detto Kenya Perna - perché non sono al 100%  ed anche in gara l’ho percepito, ma ho troppa voglia di gareggiare e dimostrare a me stessa che ce la  posso fare. Non sono soddisfatta per com’è andata, non ho combattuto molto bene, ma domani è un altro giorno e sono pronta ad allenarmi più forte di prima. Mi accontento di non tornare a casa a mani vuote”. Una vittoria e nono posto per Mattia Gallina negli 81 kg, mentre è stato eliminato Kevyn Perna nei 90 kg.

(fonte fijlkam.it)