Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/WhatsApp_Image_2019-09-12_at_18.26.41.jpeg
Judo

Pellitteri d'argento nella prima giornata degli Europei Juniores

Arriva già nella prima giornata una medaglia per l'Italia in questi Europei Juniores cominciati oggi a Vantaa, Finlandia.
È Silvia Pellitteri a conquistare un bellissimo argento nei 57kg arrivando dritta in finale dopo aver superato per ippon prima l'ucraina Netsvit, poi la portoghese Ezequiel, la serba Perisic e la russa Maidanik. Approda così in finale, dove ad attenderla c'è la georgiana Liparteliani.
Qui l'azzurra, nonostante la buona prova cede il passo, lasciando il titolo di fatto in mano alla georgiana già vice campionessa europea lo scorso anno.

"La delusione per la finale c'è - commenta a caldo Silvia - però la soddisfazione per essere finalmente riuscita a salire sul podio dei Campionati d'Europa è tanta. Ovviamente speravo nell'oro, ma è comunque un bellissimo successo. La parte più dura della gara è stata riuscire a mantenere la concentrazione nel momento tra la semifinale e la finale, dove sapevo già che avrei concluso la giornata con una medaglia. Poi la mia avversaria in finale è molto forte, l'avevo già incontrata due anni fa in una gara in Francia e ci avevo perso anche in quell'occasione. Inoltre ha un judo diverso rispetto a quello a cui sono abituata, perché il judo dei georgiani tendenzialmente è più a contatto e quindi è un'avversaria ostica. Sono ancora frastornata da emozioni e non ho ancora avuto il tempo di fermarmi un secondo a capire quello che è successo oggi!"

Al secondo posto di Pellitteri si aggiungono in questa prima giornata i quinti posti di Alessandro Aramu nei 60kg e quello di Chiara Palanca nei 52kg. L'azzurro ha superato dapprima l'ungherese Vida e poi l'armeno Nerseysan, salvo poi cedere il passo prima in semifinale al turco Yildiz e poi nella finale per il bronzo all'azero Yusifov. Percorso analogo anche per Palanca che colleziona le prime due vittorie sull'israeliana Leopold e la russa Mazitova, per poi essere sconfitta in semifinale dalla francese Mokdar e poi nella finale per il bronzo dall'olandese Van Krevel. 

Niente da fare per gli altri due azzurri in gara oggi Biagio D'Angelo e Martina Castagnola che non sono riusciti ad andare oltre il secondo turno.

Domani in gara per l'Italia Andrea Spicuglia, Mattia Prosdocimo (73), Giacomo Gamba, Kenny Bedel (81), Flavia Favorini, Nicolle D’Isanto (63) e Martina Esposito (70). 

Classifiche di oggi:
-60 kg 1. YILDIZ, Salih (TUR), 2. ALIYEV, Rovshan (AZE), 3. YUSIFOV, Ahmad (AZE) e PARCHIEV, Abu-Muslim (RUS)
-66 kg 1. TUTASHVILI, Giorgi (GEO), 2. OSMANOV, Adil (MDA), 3. ALIYEV, Ibrahim (AZE) e GOMES, Benjamin (FRA)
-48 kg 1. KHUBULOVA, Irena (RUS), 2. BOUKLI, Shirine (FRA), 3. LAPUERTA COMAS, Mireia (ESP) e SERGEEVA, Alina (RUS)
-52 kg 1. MOKDAR, Faiza (FRA), 2. PETROVIC, Nadezda (SRB), 3. JAVADIAN, Yasmin (GBR) e VAN KREVEL, Naomi (NED)
-57 kg 1. LIPARTELIANI, Eteri (GEO), 2. PELLITTERI, Silvia (ITA), 3. BALLHAUS, Seija (GER) e LOXHA, Flaka (KOS)