Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/Rinaldi__european_junior_championship.jpg
Lotta

Europei U23: dominio Georgia nella greco-romana. Rinaldi in finale per il bronzo nella femminile!

Si è chiusa la prima parte dei Campionati Europei Under 23 dedicata alla greco-romana. La rassegna continentale in svolgimento fino al 10 marzo a Novi Sad, in Serbia, ha visto prevalere le Nazioni che ormai da anni dominano la specialità: Georgia, Russia e Turchia. “Nell’anno delle qualificazioni olimpiche la competizione giovanile passa leggermente in secondo piano – sottolinea il Team Manager Lucio Caneva -, questo dimostra la minore partecipazione rispetto allo scorso anno. Sono presenti però i migliori lottatori del momento che non hanno lasciato margine d’azione agli avversari”. A dominare la classifica la Georgia che su 10 categorie di peso ha collezionato ben 5 ori, 1 argento e 1 bronzo ottenendo 178 punti nel team ranking europeo, 11 in più della Russia piazzatasi al secondo posto con 2 ori, 3 argenti e 3 bronzi. A seguire la Turchia con 1 oro, 1 argento e 6 bronzi e 141 punti. Le uniche due Nazioni in grado di spezzare il dominio dell’Europa sud orientale raggiungendo il titolo sono state Ungheria e Finlandia rispettivamente grazie agli exploit di Zotlan Levai nei -82 kg e di Arvi Martin Savolainen nei -97 kg.

Niente da fare per i tre azzurri in gara nella specialità, usciti nelle eliminatorie. Nei -55 kg il bronzo juniores Giovanni Freni non è riuscito a superare il primo turno che lo ha visto opposto alrusso Viktor Vedernikov (9-0), poi terzo. Stessa sorte per Luca Dariozzi nei -77 kg, sconfitto all’esordio dall’ungherese Tamas Levai (8-4). Anche per Mirco Minguzzi nei -87 kg la corsa al podio si è chiusa al primo incontro per mano del turco Ali Cengiz (10-0), poi bronzo. 

Arriva però una speranza azzurra dalla terza giornata andata in scena ieri: Enrica Rinaldi conquista la finalina per il bronzo nei -76 kg. L’unica azzurra in gara nella lotta femminile, dopo aver battuto la bielorussa Kseniya Szibuk (4-4), ha trovato lo stop in semifinale da parte della turca Aysegul Ozbege per 9-0 . Oggi sfiderà per il terzo gradino del podio la britannica Georgina Olwen Nelthorpe, andando alla ricerca del bis dopo il bronzo della scorsa edizione. 

(FIJLKAM NAZIONALE)