Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/medium/de_luca_argento.jpg
Judo

Strepitosa prova di De Luca e Papi ai Tricolori Esordienti B: sono rispettivamente argento e bronzo!

Judoka FVG subito protagonisti ai Campionati Italiani Esordienti B, apertisi oggi Ostia. Nonostante l’agguerrita concorrenza, sono stati infatti ben 326 gli atleti che hanno calcato il tatami del PalaPellicone, i nostri portacolori si sono messi in luce portando a casa due podi e diversi piazzamenti di rilievo.

Risultati di prestigio sono stati quelli ottenuti da Alessio De Luca (SGT) ed Eros Papi (Sekai Budo Pordenone) che hanno messo al collo rispettivamente la medaglia d’argento e quella di bronzo nelle categorie 42kg e +81kg, migliorando così entrambi il 5° posto ottenuto nell’edizione 2017.

Gara quasi perfetta quella di Alessio, giunto a queste finali nel ruolo di possibile protagonista, forte di due argenti ed un oro conquistati recentemente al Trofeo Italia. Saltato il primo turno, Alessio ha superato nell’ordine il piemontese Cirenaica ed il siciliano Mortillaro, approdando così in semifinale contro il laziale Calvi: incontro molto intenso e tattico, che ha visto prevalere il triestino dopo un lungo Golden Score in seguito alla squalifica dell’avversario per terzo shido.

In finale contro il lombardo Bosis, Alessio ha combattuto bene, conducendo gran parte dell’incontro, ma al terzo minuto di Golden Score, con due shido a testa, un’azione non valutata ad Alessio permette a Bosis di approfittare di una situazione a terra, concludendo l’incontro in osaekomi.
“Alessio ha dimostrato grande lucidità e determinazione durante tutto il suo percorso in gara – ha detto il suo coach Monica Barbieri - Peccato davvero perché il titolo sarebbe stato più che meritato, ma in ogni caso rimane ottimo il risultato e grande la prestazione da parte di questo giovane atleta”. “La mia gara mi è piaciuta, mi sono impegnato tutto l'anno in palestra per dare il meglio, anche se devo ammettere che in finale potevo fare di più – sono state le prime parole di Alessio - Ci tenevo a ringraziare i miei compagni di palestra e i miei maestri!”
 
E’ uno splendido bronzo quello che ha meritato Eros Papi nella categoria dei +81kg: le vittorie sull’emiliano Maccari e sul siciliano Lo Iacono, rispettivamente per ippon e doppio wazari, hanno permesso al pordenonese di accedere alla semifinale contro il torinese Basso. Incontro difficile e molto tirato, con i due combattenti che non si risparmiano: a spuntarla però è Basso, che riesce a piazzare il guizzo vincente. Approdato così nella finalina per il bronzo, Eros non si perde d’animo e riesce a marcare l’ippon decisivo sull’emiliano Serri.

“Sono molto felice del risultato finale, mentirei però se dicessi che non mi aspettavo una medaglia – sono state le parole di un Eros ancora emozionato - La semifinale è stata difficile, molto combattuta: nonostante com’è andata sono contento perché nonostante la sconfitta non mi sono demoralizzato! Ringrazio tutte le persone che mi sono vicine, sono davvero orgoglioso di aver portato in alto il nome della mia società!”

Un’ottima performance è stata anche quella offerta da Jacopo Bardus (Kuroki Tarcento) che si è fermato al 7° posto nella categoria dei 60kg, ad un soffio dalla finale per il bronzo, grazie a tre vittorie e due sconfitte. Da segnalare i tre 9° posti conquistati dagli atleti dello Shidokan 2018, tesserati Polisportiva Villanova, Mattia Menegatti (55kg), Riccardo Pasut (60kg) e Samuel Serodine (73kg) ed il medesimo piazzamento ottenuto da Alessandro Ceschiutti (Sport Team Udine) nei 60kg. Nulla di fatto invece per gli altri nostri corregionali che, nonostante qualche incontro vinto, non riusciti a raggiungere le posizioni di rilievo.

La gara ha visto trionfare nella classifica società l’Akyiama Settimo di Pierangelo Toniolo, che si è imposto su Banzai cortina e Ponte Lambro.

Domani sarà invece il turno delle donne, oltre 200: alle 9 il via agli incontri, tabelloni aggiornati in tempo reale su Sportdata