Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/izola_2019_stage.jpg
Judo

Izola si riconferma stage di altissimo livello: anche quest’anno i “Big” lo hanno scelto per preparare i Mondiali!

Si è riconfermato anche quest’anno di altissimo livello lo stage di Izola, evento che per le classi junior/senior si è concluso domenica: l’edizione 2019 dell’ormai consueto camp estivo di judo, infatti, ha visto anche stavolta la presenza di una schiera di campioni del panorama mondiale ma non solo, che hanno approfittato della possibilità di allenarsi intensamente sfruttando il calendario internazionale favorevole, lo stage infatti si trova nel bel mezzo del Grand Prix, di Zagabria che si è chiuso 10 giorni fa e il Campionato Mondiale, che prenderà il via tra meno di 20 giorni.
 
Sul tatami erano presenti molti judoka di casa, in primis quelli del Sankaku Celje freschi di 2 medaglie conquistate nella recente competizione croata, ma anche atleti di spicco delle nazionali di Ungheria, Croazia, Polonia, Belgio, Albania, tra le cui fila milita l’italiano Marco Maddaloni, Kosovo, con le punte di diamante Majlinda Kelmendi e Akil Gjakova, Slovacchia ma anche atleti di Francia e una nutrita pattuglia di judoka russi “capitanati” anche stavolta dall’instancabile Ezio Gamba, cui vanno a sommarsi tanti campioni che hanno raggiunto la cittadina slovena “autonomamente”.
 
Assenti giustificati stavolta i “Big” italiani, che stanno proseguendo la preparazione premondiale al Centro Olimpico di Ostia, non sono mancati però numerosi judoka del nostro paese, ognuno presente col proprio club:
Akyiama Settimo Torinese, Accademia Torino, Kyu Shin Do Kai Parma, Forza & Costanza Brescia sono soltanto alcune delle società che hanno scelto questo importante appuntamento per proseguire nella preparazione dei prossimi impegni.
 
E gli atleti FVG sono rimasti a guardare? Certo che no! Aiutati anche dalla vicinanza a “casa” diversi atleti di club della nostra regione, come Dojo Sacile, Yama Arashi Udine ed SGT, non si sono lasciati sfuggire l’occasione per fare randori con “sparring” d’eccezione, nonostante il grande caldo abbia reso il tutto ancor più faticoso.
 
Terminata anche per quest’anno l’esperienza per i più grandi, da ieri mattina è iniziata l’avventura per i cadetti, che hanno riempito numerosi e con entusiasmo il tatami allestito presso la Sport Hall Livade.