Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2019/medium/20190905_Goshin_2.jpg
Judo

Mondiali di Kata: poker di bronzi per l'Italia. Terza piazza anche per Volpi e Calderini

Un’altra medaglia di bronzo per l’Italia a Chungju, nella seconda giornata del campionato del mondo di kata ed a meritarla sono stati Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini, che si sono classificato al terzo posto nella finale del Goshin Jutsu. La giornata è stata caratterizzata dal Giappone, con la doppia affermazione delle sue coppie in entrambi i kata in programma, Kime No Kata e Goshin Jutsu, ed aggiungendo il primo posto ottenuto ieri nel Katame No Kata, la squadra nipponica ha ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo, ovvero tre coppie in gara, tre primi posti e primo posto nel medagliere mondiale per nazioni. Ma è stata eccellente anche la prova dell’Italia che con sei coppie in gara ha ottenuto quattro medaglie di bronzo, con una quinta coppia che ha disputato la finale. “Siamo soddisfatti per com’è andata anche oggi – ha detto il capodelegazione Monica Piredda – Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini sul podio, mentre Yuri Ferretti ed Andrea Giani Contini hanno meritato l’accesso alla finale dove si sono poi classificati al sesto posto. Considerando soltanto il numero delle medaglie conquistate, l’Italia è davanti a tutti con quattro ed è indubbiamente un elemento di soddisfazione oltre che un indicatore di buona salute della squadra”. La manifestazione, cui hanno partecipato 83 coppie di 29 nazioni, in quest’occasione ha fatto parte di un contesto più ampio, il 3° World Martial Arts Mastership con 20 sport e 3.500 atleti assumendo così una nuova dimensione. Le gare si sono svolte in un ambiente solitamente dedicato al Taekwondo ed il pubblico è affluito numeroso e curioso. Franco Capelletti, presidente della Commissione Kata IJF, ha consegnato un “Premio speciale IJF” a Kee Jae Yong, segretario generale del comitato organizzativo World Martial Arts Mastership. “Questo campionato in Corea si è concluso – ha detto Franco Capelletti – ed è stato un Mondiale che rimarrà impresso nella memoria, ma sarà difficile da ripetere, perché questo evento è andato oltre il tempo e ha creato ponti tra le persone." Kime No Kata: 1. Kenji Takeishi-Koji Uematsu (Jpn), 564,0; 2. Michel Jeuffroy-Laurent Jeuffroy (Fra), 562,5; 3. Abdolvahab Bardigarmroudi-Seyedyashar Rouhollahzadeh (Iri), 522,0; 6. Yuri Ferretti-Andrea Giani Contini (Ita), 508,5 Goshin Jutsu: 1. Koo Ikeda-Fumitaka Sakamaki (Jpn), 570,5; 2. Antoni Obrador Mas-Pedro Marcos Rodriquez (Esp), 565,0; 3. Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini (Ita), 561,0