Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/2020/medium/0324TokyoRinvio.jpg
News

Olimpiadi di Tokyo rinviate al 2021

Nel corso dello scorso secolo, le Olimpiadi hanno visto momenti difficili, come i due conflitti mondiali ad esempio, e già altre volte non sono state disputate. Tuttavia, per la prima volta quest'anno i Giochi Olimpici si trovano ad essere reinviati.

Era nell'aria, già Australia, Canada, Gran Bretagna e USA via via avevano cominciato da giorni ad annunciare la loro opposizione nell'inviare i propri atleti a Tokyo. È arrivato oggi, così, l'accordo con il CIO il rinvio ufficiale delle Olimpiadi all'estate 2021 a causa della pandemia causata dal Covid19 in atto tutt'oggi.

Shinizo Abe, primo ministro giapponese, si è pronunciato per la prima volta, suggerendo un salto di un anno. Una decisione sicuramente non presa a cuor leggero, visto che proprio Abe ha investito moltissimo in questo evento, costruendolo su misura per fare conoscere il Giappone.
Nonostante la posticipazione, comunque, l'edizione manterrà la nomea di Tokyo 2020, per non perdere l'investimento sul merchandising e il marchio.

 "Una decisione che era nell’aria da tempo. - ha commentato Davide Benetello, membro della Commissione Mondiale per Tokyo 2020 -  Il momento è molto particolare e tutti dobbiamo essere uniti verso l’unico obbiettivo: uscire da questa pandemia e salvaguardare la salute di tutti nel mondo. La Fiamma Olimpica però resterà a Tokyo e le Olimpiadi di Tokyo 2020 non cambieranno il loro nome in Tokyo 2021. Lo sport ci dà anche la possibilità di guardare avanti e progettare il Futuro. “Che sia la Fiamma Olimpica la luce in fondo al Tunnel”."

Scartate quindi le possibilità di slittare all'autunno 2020, per rispettare i termini contrattuali e le consegne, nei prossimi giorni verrà rilasciata la comunicazione ufficiale.