Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/friuli_venezia_giulia/medium/20200104_TopCoach.jpg
Judo

A Lignano rinnovata la magia del Judo Winter Camp

C’è chi sostiene sia una magia che rende speciale il Judo Winter Camp, ma c’è anche chi riconosce la magia proprio nel Judo Winter Camp in sè. Una cosa certa è che, l’edizione numero 21 della manifestazione che dal 3 al 6 gennaio è stata organizzata nel Bella Italia Village a Lignano Sabbiadoro dal Dlf Yama Arashi Udine in collaborazione con alcune società Fvg e del comitato regionale della FIJLKAM, questa magia l’ha trovata ancora una volta. Perchè è stato magico il clima che si è creato nei ventisei allenamenti per i tre gruppi di lavoro, magici i sei eventi allestiti complessivamente fuori dal tatami, magici anche i 1166 atleti presenti a rappresentare 17 nazioni, presenze individuali comprese (Brasile, Turchia, Sri Lanka, Tailandia, Marocco). Hanno partecipato quasi tutti i top azzurri a titolo individuale o con i gruppi sportivi di appartenenza, un centinaio i club italiani presenti e molti fra i top-team, poi le rappresentative nazionali della Russia maschile e femminile, Francia maschile, Svizzera, Malta, ma anche club importanti da Austria, Croazia, Bosnia Erzegovina, Portogallo, San Marino, Scozia, Slovenia. “Per me è un piacere essere qui in Italia - ha detto il JuSeMat 3brasiliano Leandro Guilheiro, uno degli 8 top-coach, ma anche atleta a caccia della qualificazione olimpica - ed essere parte di questo training camp, che è ormai una tradizione importante. Io qui sto dando una mano, ma anche voi state aiutando me perchè in Brasile è estate e non c’è la possibilità di allenarsi, mentre qui c’è molta qualità e sono molto contento di esserci e magari di ritornarci in futuro”. Davvero tantissimi i campioni saliti sui 1152 mq del tatami principale del Judo Winter Camp (con i tatami accessori la superficie totale è salita a 1640 mq) e tanti anche quelli che, per diventare campioni, si impegnano e coltivano un sogno. Ed il 21° Judo Winter è stato una vera magia per tutti, una magia che è stata raccontata e documentata giorno per giorno da chi, judoka a sua volta, ha messo il suo talento al servizio del lavoro degli altri scattando ed editando oltre 1400 fotografie, 15 foto-ritratti, 17 video-interviste, 10 video-momenti dello stage, 8 video-tecnici degli 8 top-coach, oltre ad articoli, commenti e notizie-flash. Questa a Marco Maddaloni è la prima video-intervista, cui seguiranno giorno dopo giorno le altre….