Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Judo/medium/CRV2019_CastelTesino_foto_gruppo.jpg
Judo

Castel Tesino, un trampolino di lancio per i giovani judoka veneti

Si sono conclusi oggi i quattro giorni di ritiro a Castel Tesino (TN) per i 29 giovani atleti, tra maschi e femmine, vincitori del Circuito Veneto Esordienti A 2019, accompagnati dai tecnici Antonio Mauro Capria, Federica Haymar d'Ettory, Diego Lancini e dal vice presidente FIJLKAM Veneto per il settore judo Giuseppe Casellato.
 
Il vice presidente, primo promotore di questa esperienza, si è detto ancora una volta soddisfatto: "Per molti giovani atleti questo Campus corrisponde anche alla loro prima esperienza fuori casa, ma fin da subito i ragazzi superano i loro timori. Non è questo, infatti, uno stage prettamente di solo approfondimento tecnico-judoistico, ma l'obiettivo è quello di formare un gruppo omogeneo di atleti e amici che, al di là dell'appartenenza alle singole società venete, sappiano stare insieme e relazionarsi tra loro attraverso attività ludiche, culturali e sportive. Questa è la settima edizione del CVE e si è visto che il 90% degli atleti che vi hanno preso parte è tuttora in attività e, senza tener conto dei risultati agonistici dei singoli in regione e a livello italiano, esiste ancora tra loro quell'amicizia acquisita al Campus."
 
Concorde è anche il CT regionale Alessandro Esposito: "Questa iniziativa del Comitato Regionale Veneto va ben oltre l'aspetto sportivo; è soprattutto un eccezionale momento di aggregazione che negli anni ha dimostrato esser capace di creare amicizie durature tra persone non vicine geograficamente, entusiaste nel tempo di ritrovarsi ed allenarsi insieme; un vero trampolino di lancio per il percorso judoistico di ciascuno. Il plauso va a chi ha creduto in questa iniziativa e a chi in questi anni ha fatto parte dell'organizzazione, in particolare agli accompagnatori che hanno reso possibile il realizzarsi di queste esperienze."
 
Certi che i ragazzi torneranno a casa arricchiti da questo ritiro formativo, ricordiamo che il prossimo appuntamento per gli Esordienti A sarà per fine Settembre, quando cinque di loro prenderanno parte alle Mini Olimpiadi organizzate dal Coni a Capo Rizzuto.