Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/karate/medium/Immagineporec.png
Karate

CONFERME DALLA YOUTH LEAGUE U21 CUP A POREC (CROAZIA) PER I GIOVANI ATLETI VENETI

Anche la Youth League svoltasi a Porec, la bella località rivierasca della vicina Istria, si è conclusa con qualche soddisfazione per gli atleti veneti. Il capiente palasport, recentemente teatro del campionato europeo assoluto di maggio, ha ospitato 1.600 atleti provenienti da 50 paesi in rappresentanza di tutti i continenti. Un buon numero se si considera le difficoltà che le delegazioni hanno dovuto affrontare per giungere la sede di gara. 360 gli atleti italiani che hanno partecipato a questo importante evento che rappresenta una tappa di avvicinamento agli europei giovanile in programma a Tampere in Finlandia nel prossimo mese di agosto.

La rappresentativa italiana è stata di fatto la più numerosa delle nazioni presenti in terra croata e questo sicuramente è un segnale positivo sulla stato di “salute” del karate nazionale. Tutti i migliori club italiani hanno schierato le loro giovani promesse, molto dei quali hanno già ottenuto medaglie pesanti in occasione delle recenti edizioni della Coppa Italia.

Il bottino finale vede l’Italia portare a casa 27 medaglie così distribuite: 9 ori, 8 argenti e 10 bronzi.

L’evento è stato inserito quale verifica della preparazione degli atleti probabili azzurri che si ritroveranno al collegiale in programma a Lignano Sabbiadoro dall’12 al 14 luglio.

Il vice presidente federale del settore karate, il m.o Davide Benetello, dirigente di punta della WKF, ha assistito con attenzione alle prove degli atleti italiani in quanto presto si dovranno scegliere gli atleti che vestiranno azzurro agli europei giovanili.

Anche il Veneto era ben rappresentato e i risultati non sono mancati. Primeggia l’oro conquistato da Alvise Toniolo, atleta dello Sport Target Castelfranco del tecnico Niki Mardegan che si distingue nella categoria dei +55 kg. U14 e si riconferma dopo l’argento alla Coppa Italia U16.

Anche Melissa Verdone, atleta ancora in forza al Karate Trento, ma attualmente seguita dai tecnici di Asi Karate Veneto Francesca Reale e Stefano Valotto, guadagna una bella medaglia d’argento nel kata categoria Cadette, battuta solo dalla rappresentante della nazionale spagnola, campionessa d’Europa in carica.

Da segnalare anche la presenza di Alessia Brossa che ha ben rappresentato il gruppo arbitrale veneto.

Prima della Youth League, sempre a Porec, si è svolta anche la U21 Cup che ha visto salire sul gradino più basso del podio l’atleta Elena Roversi, atleta veneta in forza al Master Rapid, allenata con competenza dal padre M.o Mario Roversi, e al 5.o posto Sofia Rampazzo dello Sen Shi Kai Padova del M.o Carlo Pendini.

Archiviata l’edizione della Youth League di Porec, gli atleti veneti della specialità del kata avranno appena tempo di riordinare le idee perché già giovedì 8 avrà inizio il campionato italiano di kata per tutte le categorie individuali. Sarà un lungo fine settimana che non mancherà di dare molte soddisfazioni ai nostri atleti che, nonostante la pandemia, non hanno mai smesso di allenarsi per questo grande obiettivo, dopo 2 anni di sospensione.

Auguriamo a tutti gli atleti e ai tecnici che li accompagnano di ben rappresentate i club della nostra regione!