Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Judo/2019/medium/Prosdocimo_stage_fijlkam.jpg
Judo

Campionati Europei Juniores, Mattia Prosdocimo in gara venerdì

Da giovedì 12 a domenica 15 settembre oltre 400 judoka provenienti da 44 paesi saliranno sul tatami dell’Energia Areena Sportshall di Vantaa (Finlandia) per il Campionato d'Europa dedicato alla classe Juniores (U21).

Il Veneto è rappresentato da Mattia Prosdocimo (Judo Vittorio Veneto) impegnato nella giornata di venerdì 13 settembre nella difficile categoria dei -73kg. Forte di un oro e due argenti conquistati nelle rassegne internazionali da gennaio ad oggi, Mattia ha tutte le carte in regola per un'ottima prestazione.

I 18 judoka italiani convocati per la rassegna continentale sono: Chiara Palanca, Martina Castagnola (52), Silvia Pellitteri (57), Flavia Favorini, Nicolle D’Isanto (63), Martina Esposito (70), Arianna Conti (78), Valentina Miele, Annalisa Calagreti (+78), Alessandro Aramu, Biagio D’Angelo (60), Andrea Spicuglia, Mattia Prosdocimo (73), Giacomo Gamba, Kenny Bedel (81), Gennaro Pirelli (90), Enrico Bergamelli (100), Sylvain Lorenzo Agro (+100), accompagnati da Dario Romano, Corrado Bongiorno, Raffaele Parlati, Raffaele Toniolo (tecnici), Lorenzo Bagnoli (arbitro) e Alessandro Valente (fisioterapista).

In questa edizione per la prima volta non ci saranno le categorie -44kg e -55kg, abolite per questa classe d’età, mentre l’Italia parteciperà anche alla gara a squadre miste in programma domenica 15 a conclusione della manifestazione continentale.

Nel 2018, con due ori (M. Lombardo e A. Bellandi) e tre bronzi (G. Esposito, C. Parlati e N. Simeoni), la Nazionale Juniores più vincente di sempre si era piazzata al secondo posto della classifica generale dietro solo alla Georgia. Quest'anno non mancheranno le emozioni, non ci resta che attendere!