Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Judo/2021/medium/20211128_gruppoKata.jpg
Judo

UN GRANDE VENETO AI CAMPIONATI ITALIANI MASTER E DI KATA

(M.F.,D.M.) Sabato 27 e domenica 28 novembre il Palazzetto dello Sport "Maurizio Crisafulli" di Pordenone ha ospitato le edizioni di ripartenza dei Campionati Italiani Master e dei Campionati Italiani di Kata.

Numerosissimi gli atleti veneti in gara, con 8 Master e ben 8 coppie nel kata (la rappresentativa più numerosa), che hanno tutti ben figurato.


Per i Master:

Enrica Cattai bissa il risultato del Campionato precedente dominando la sua categoria, Manuela Tadini gestisce al meglio le sue avversarie aggiudicandosi così il titolo nazionale e Ferdinando Marverti evidenzia il suo stato di superiorità portando tranquillamente a casa l’oro. Secondo posto per Michela Petterle che si ferma solo per un infortunio al ginocchio. Aida Guemati ottiene invece un ottimo bronzo nella stessa categoria di Enrica Cattai.
Rimangono senza medaglia, ma avendo disputato comunque un’ottima gara: Ivan Fuki, Roberto Maniero e Simone Stinca.

Anche se il livello non può certo essere quello di un Assoluto, salire in materassina dopo tutti questi anni e mettersi di nuovo in gioco denota una passione unica per questo sport. Siamo certi che questi atleti/maestri sapranno trasmettere bene il loro amore per il Judo alle nuove generazioni di judoka.


Nel Kata:

Netta affermazione di Andrea Fregnan e Pietro Corcioni nel Katame no kata che, reduci dall’argento al Campionato del Mondo, hanno saputo conquistare per la terza volta consecutiva il titolo di Campioni d’Italia.
Nello stesso kata in gara anche una coppia new entry, Emma Biasini e Alessandro Erbice, che si è ben piazzata al quinto posto in classifica. 

Un po’ di amaro in bocca per Enrico Tommasi e Alberto Gainelli, nel Kime no kata, che si sono dovuti “accontentare” della medaglia d’argento. Peccato, andrà meglio la prossima volta. Ricordiamo che la coppia al recente Campionato del Mondo aveva sfiorato il podio, classificandosi al quarto posto.

Bellissima sorpresa per Sofia Gliemmo e Gabriele Ortini nel Nage no kata: nel corso degli anni questa coppia ha fatto notevoli progressi e il risultato finalmente è arrivato con una meritata medaglia d’argento. Mai accontentarsi però, perché, per fortuna, ci sono ancora ampi spazi di miglioramento.
Nello stesso kata bravissime anche Giulia Poccobelli e Francesca Benatti alla loro seconda apparizione nel kata completo, dove hanno portato a casa un meritato quarto posto in classifica. 

Nel Kodokan Goshin Jutsu importante bronzo per Gianluca Dalla Valentina e Michele Capparella, dietro solo a due coppie di atleti blasonatissimi. Bravi veramente, anche perché per loro la preparazione alla gara era stata ridotta all’osso non avendo potuto allenarsi per quasi due anni.

Un po’ di amaro in bocca nel Ju no kata, dove Carlotta e Camilla Franzina si sono dovute accontentare del quarto posto in classifica. Ma ci rifaremo alla prossima... 
Antonella De Coppi e Stella Tollardo, alla loro prima gara assieme (entrambe in precedenza praticavano con altre atlete), si sono classificate al sesto posto. 

Infine, da segnalare nella “Coppa Villanova”, manifestazione a latere del Campionato Italiano, l’oro nel Randori no kata della coppia veneta Annalisa Dotta e Beatrice Camerin.