Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ostia, 15 novembre 2017. Sono nove gli atleti italiani che, da venerdì a domenica, parteciperanno al Grand Prix The Hague, appuntamento dell’IJF World Tour con 262 atleti di 46 nazioni. Con il via libera della Federazione saranno in gara Elio Verde, Matteo Piras (66), Walter Facente, Domenico Di Guida (90), Elisa Adrasti (48), Giulia Caggiano, Martina Lo Giudice (57), Melora Rosetta, Linda Politi (78). Per Elio Verde, che disputò l’ultima gara il 13 maggio 2016, si tratta di un’esperienza importante, per la quale si è preparato con cura, “se ho voluto fare questa gara è proprio per capire fin dove arrivo, quanto valgo e quanto sono disposto a soffrire – ha detto Verde - ma lo posso capire soltanto se mi metto alla prova dei fatti”. Ritornano all’alto livello dopo aver rotto il ghiaccio lo scorso settembre Matteo Piras e Walter Facente a Belgrado (Open), Domenico Di Guida a Bratislava (Cup). “Finalmente ritorno alle gare che contano – ha detto Facente - sono molto tranquillo e motivato, andrò lì a giocare le mie carte consapevole dell’ottimo lavoro svolto in caserma con il mio team, non sono al massimo della forma, ma la strada è quella giusta”. “Per me in quel periodo, anche Bratislava è stata una gara di livello – ha detto Di Guida – comunque affronto questa gara molto tranquillo, sperando di dare il massimo come ho sempre fatto!”. Per quanto riguarda le cinque ragazze invece, tutte arrivano al Grand Prix in Olanda con un percorso recente particolarmente positivo.

Venerdì 17: 48, 52, 57 F; 60, 66 M

Sabato 18: 63, 70 F; 73, 81 M

Domenica 19: 78, +78 F, 90, 100, +100 M