Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sabato e domenica il PalaPellicone si trasforma in un salotto. Sarà il salotto del judo italiano, il salotto dell’European Judo Union, condiviso con Oberwart, ed il salotto per le 51 nazioni che hanno aderito a questa Continental Open. Con cinquecento atleti in gara, l’Open-Rome rappresenta un confronto per le categorie maschili dai contenuti tecnici elevati e proporrà sfide di grande spessore, dove i nostri portacolori vorranno e sapranno mettersi in mostra. Ben 38 gli atleti italiani pronti a battersi sul tatami di casa, il 39esimo sarebbe dovuto essere Antonio Esposito, ma dopo le fatiche di Parigi il campione napoletano ha bisogno di recuperare qualche giorno ancora e guardare l’Open dalla tribuna. “Purtroppo non ce la faccio a gareggiare, - ha detto Antonio Esposito - ho un po’ di problemi fisici che, dopo la gara a Parigi, si sono evidenziati ancora di più e, sia il mio maestro che il mio gruppo sportivo, hanno suggerito di non forzare e recuperare in vista del Grand Slam in Russia”. Nel programma delle gare sabato saliranno sui tatami le categorie 60, 66 e 73 kg e domenica 81, 90, 100 e +100 kg, l’orario di inizio e del final-block è fissato per entrambe le giornate alle 10 ed alle 16.30. Mentre le categorie maschili si confrontano sui tatami del PalaPellicone ad Oberwart faranno altrettanto 199 atlete di 35 nazioni nell’European Open femminile che, in questo caso, vedrà impegnate otto atlete italiane, Sofia Petitto, Elisa Adrasti, Giulia Santini (48), Martina Castagnola (52), Samanta Fiandino, Anita Cantini (57), Martina Greci (63), Lucia Tangorre (78). Rimaniamo nello stesso fine settimana e nel calendario delle European Cup è in programma l’appuntamento per gli U21 a St. Petersburg con 256 atleti di 15 nazioni ed una sola atleta italiana iscritta, Alessia Tedeschi (57), mentre per gli U18 a Fuengirola fra i 503 atleti di 25 nazioni ci saranno ben 38 atleti italiani, molti dei quali hanno gareggiato e messo delle medaglie al collo nell’European Cadet Cup a Follonica.