Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Roma, 2 agosto 2019 - Successo sfiorato ai Campionati Mondiali cadetti in svolgimento a Sofia, in Bulgaria. Michela Chessa si ferma ai piedi del podio nei 40 kg: dopo aver superato questa mattina il ripescaggio con la turca Zozan Akar per 6-6, è costretta a cedere alla giapponese Miu Obata per 10-0. La già bronzo europeo non riesce così a mettersi al collo l’ennesima medaglia, ma si conferma comunque tra le giovani promesse della lotta italiana in campo mondiale. 

Niente da fare invece per l’altro bronzo continentale Aurora Russo che nel ripescaggio dei 61 kg cede il passo alla cinese Yue Zhang, vincitrice per 12-7. Stop anche per gli altri azzurrini impegnati oggi nella prima giornata dedicata alla greco-romana: Steve Momilia (65 kg) viene superato dal russo Imran Babochiev per 10-1, Santo Di Dio (80 kg) cede al serbo Mario Vukovic per 7-2 e Michele Giura (110 kg) perde con il giapponese Shoei Kawamura 4-0. 

Domani si continua con la greco-romana, in gara l’ultimo azzurrino Andrea Setti (60 kg).