<

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ostia, 11 dicembre 2017. Quattro arbitri al centro e, tutt’intorno, gli atleti del campionato italiano a squadre ed il pubblico sugli spalti in piedi ad applaudire. Sembra un’immagine che contrasta con il luogo comune proprio a tutto il mondo dello sport, ed invece è proprio questa l’immagine che ritrae Mario Daminelli, Riccardo Pastorelli, Vinicio Tagliavia, Mario Vecchi nel momento in cui vengono stretti dall’abbraccio ideale e riconoscente di tutto il judo italiano nel PalaPellicone a Ostia. Le gare per assegnare il Tricolore a squadre di sabato e domenica scorsi sono state infatti, le ultime in cui Daminelli, Pastorelli, Tagliavia, Vecchi hanno diretto gli incontri perché, da regolamento, il capitolo ‘arbitro’ lo si chiude a 60 anni. E per quattro persone straordinarie, quattro judoka appassionati e competenti, è stato un modo per salutare tutti, per l’ultima volta, da arbitri. Ed è stato anche un modo, da parte di tutti, per dire ‘Grazie’.