Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’oro conquistato da Giovanni Zaraca ed il bronzo di Martina Lanini hanno reso particolarmente brillante per l’Italia la seconda giornata dell’European Cadet Cup a Berlino. Percorso netto per Giovanni Zaraca che si è imposto nei 73 kg con cinque vittorie, ottenute su Van Den Herrewegen (Bel), Quigley (Gbr), Toth (Hun), Heg (Ned) ed in finale su Karamat Ali (Ned). “La giornata è cominciata in salita – ha detto Giovanni Zaraca - il primo incontro è stato davvero difficile, ma sono riuscito a cavarmela, di lì tutto è andato meglio. È la prima volta che vinco la medaglia d’oro in queste gare ed è stato emozionante ascoltare l’inno! Ringrazio chi mi ha permesso di raggiungere questo obiettivo e guardo già alla prossima tappa. Un ultimo pensiero va a Daniele che oggi purtroppo si è infortunato: è un grande e si meritava di arrivare sul podio.” Cinque vittorie le ha ottenute anche Martina Lanini nei 63 kg, ma dopo due vittorie lampo su Beyersdorf (Ger) e Andersson (Swe), è sopraggiunta la tunisina Khilifi ad interrompere il cammino dell’azzurra, poi ripreso ugualmente rapido e deciso con Schneider (Ned), Nalbat (Ned) e Corrao (Bel). “Sono molto soddisfatta della gara di oggi – ha detto Martina Lanini - questa mattina mi sentivo bene e ho fatto tutto il possibile per giocarmela al meglio; l’unica nota stonata è arrivata dall’incontro con la tunisina, che è stata davvero micidiale... mi godo questa medaglia e penso al Training Camp di domani in cui si inizia già la preparazione per i prossimi appuntamenti.” A mettere il cappello sulla gara berlinese è il coach Alessandro Comi: “Possiamo essere davvero soddisfatti per le due medaglie di oggi: Giovanni ha disputato un’ottima prova e nonostante una partenza in salita si è giocato al meglio con tutti gli avversari conquistando la medaglia d’oro in una delle tappe più difficili del circuito. Molto buona anche la performance di Martina che si è confermata sul podio: la sua è stata una gara in cui ha dimostrato di essere competitiva con le migliori. Encomiabile anche il quinto posto di Leonardo Carnevali che è stato capace di dare il massimo, nonostante un piccolo infortunio occorso ad inizio gara lo abbia limitato fino all’ultimo incontro. Prossima tappa internazionale è fissata a Cluj Napoca in Romania, ma ora l’attenzione è tutta sui tricolori di fine mese”.