Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nadia Simeoli ha conquistato la medaglia di bronzo nei 63 kg a Sarajevo, nella prima giornata dell’European Open 2021 cui partecipano 305 atleti di 29 nazioni.

Tre le vittorie ottenute dalla ventiduenne atleta partenopea che, dopo aver vinto con l’ungherese Brigitta Varga è stata sconfitta nei quarti dalla tedesca Sappho Coban, che ha poi vinto la gara, ma nei recuperi si è imposta nettamente sulla danese Helene Christensen prima e sulla francese Agathe Devitry poi.

“Oggi per me è stata una lunga giornata -ha detto Nadia Simeoli- ma, anche se con amarezza, ne esco abbastanza soddisfatta. Sono contenta di aver ritrovato sensazioni positive e di essere tornata sul podio, cosa che mi mancava da un po’. Colgo l’occasione per ringraziare chi mi è stato vicino oggi, anche con poche e semplici parole e gesti. Ora mi godo questa medaglia e da lunedì si riparte a lavorare”.

“Ottima prestazione di Nadia -ha aggiunto il Covid manager Gianni Maman che si è reso disponibile a seguire la gara della Simeoli- che dopo l’avvio molto convincente nel primo incontro, si è dovuta arrendere allo strangolamento della tedesca Coban. Recupero e finale con due vittorie nette, senza nessuna incertezza, per un meritato bronzo”.

La giornata ha registrato anche i quinti di posti di Luigi Brudetti (73), Alessia Ritieni (48) e Giulia Pierucci (52), mentre Flavia Favorini (63) ed Elios Manzi (66) dopo un incontro vinto sono stati eliminati agli ottavi.

Otto gli atleti italiani in gara domani: Tiziano Falcone, Andrea Gismondo, Leonardo Casaglia (81), Davide Pozzi, Andres Felipe Moreno (100), Irene Pedrotti (70), Linda Politi (78), Annalisa Calagreti (+78).

Risultati

60: 1. Maxime Merlin (Fra), 2. Richard Vergnes (Fra), 3. Pierre Dumontier (Fra) e Samuel Waizenegger (Sui)

66: 1. Ivo Verhorstert (Ned), 2. Robin Corrado (Fra), 3. Kevin Azema (Fra) e Danylo Khlopetskyi (Ukr)

73: 1. Bence Boros (Hun), 2. Daniel Powell (Gbr), 3. Alexander Bernd Gabler (Ger) e Theo Riquin (Fra), 5. Luigi Brudetti (Ita)

48: 1. Amber Gersjes (Ned), 2. Marine Gilly (Fra), 3. Jacqueline Springer (Aut) e Melodie Vaugarny (Fra), 5. Alessia Ritieni (Ita)

52: 1. Leonie Gonzalez (Fra), 2. Anais Mosdier (Fra), 3. Emoke Knetig (Hun) e Julie Weill Dit Morey (Fra), 5. Giulia Pierucci (Ita)

57: 1. Seija Ballhaus (Ger), 2. Anne Kempf (Ger), 3. Acelya Toprak (Gbr) e Lele Nairne (Gbr)

63: 1. Sappho Coban (Ger), 2. Manon Deketer (Fra), 3. Agatha Schmidt (Ger) e Nadia Simeoli (Ita)