Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Edwige Gwend sul podio più alto dell’Almaty World Cup

/immagini/Judo/2011/logo_start_06.jpg

Ostia, 24 settembre 2011. L’azzurra Edwige Gwend ha conquistato la medaglia d’oro nei 63 kg all’Almaty World Cup, in Kazakhstan. Ad una settimana dalla World Cup a Roma, il successo della ventunenne parmense è giunto come un ottimo auspicio, ma è stato anche ottenuto in maniera alquanto perentoria: una vittoria per waza ari su Alina Pukhova (RUS), quindi tre per ippon, su Zarina Aldikova (KAZ), Marianna Davidova (MDA) e, in finale, su Tina Trstenjak (SLO). Domenica è il turno di Giulia Quintavalle (57), Andrea Regis (73) e Francesco Bruyere (81).

La nota dei tecnici: «Edwige Gwend vince la sua prima World Cup in carriera, dopo l’argento europeo 2010, con una brillantissima prestazione. Quattro incontri vinti con autorità: la prima avversaria, la russa Pukhova, battuta per wazari, e a seguire  Aldikova (KAZ), Davidova (MDA) e nell’incontro di finale la slovena Trstenjak, tutte battute per ippon, con una ineccepibile condotta di gara. Un risultato importantissimo in chiave qualificazione Olimpica per la giovane campionessa parmense, che dopo l’infortunio patito alla mano sinistra alcuni mesi fa non era ancora riuscita ad esprimersi a livelli eccellenti. Dopo la deludente prova Mondiale e le opportune successive riflessioni, lo Staff Tecnico ha proposto differenti metodologie di allenamento alla squadra che sta affrontando i tornei di qualificazione Olimpica, basando una parte del lavoro sull’aspetto tattico. Come spiega il D.T. Felice Mariani “lavorare sulla tattica non significa solo pensare di fare prendere la passività all’avversario, bensì creare una situazione di pressione psicologica che non permette all’avversario di esprimere le migliori soluzioni tecniche, spesso lo induce all’errore e di contro permette a chi crea pressione di piazzare i migliori attacchi da ippon, come oggi Edwige ha fatto”. A tal proposito, sarà ospite mercoledì 28 prossimo presso il Centro Olimpico FIjlkam di Ostia, dove si sta svolgendo in questi giorni l’Olympic Training Center e l’allenamento collegiale in vista della World Cup femminile di Roma, un personaggio dello sport italiano che discuterà proprio di tattica con Staff Tecnico ed atleti: il C.T. della Nazionale Italiana di Pallanuoto maschile, Campione del Mondo 2011, Sandro Campagna».

Le classifiche

-90 kg

1. REMARENCO, Ivan MDA

2. NABIEV, Khurshid UZB

3. CHORIEV, Dilshod UZB

3. OMAROV, Abdul RUS

-100 kg

1. KURBANOV, Utkir UZB

2. SAYIDOV, Ramziddin UZB

3. CORREA, Luciano BRA

3. HAGA, Ryunosuke JPN

+100 kg

1. PROKIN, Sergey RUS

2. TANGRIEV, Abdullo UZB

3. KAMIKAWA, Daiki JPN

3. SHYNKEYEV, Yerzhan KAZ

-63 kg

1. GWEND, Edwige ITA

2. TRSTENJAK, Tina SLO

3. AGUIRRE, Yahaira ESP

3. LABAZINA, Marta RUS

-70 kg

1. ROBRA, Juliane SUI

2. PORTELA, Maria BRA

3. BERNABEU AVOMO, Maria ESP

3. SMAL, Nataliya UKR

-78 kg

1. VELENSEK, Anamari SLO

2. MOSKALYUK, Vera RUS

3. PRIETO MADRIGAL, Raquel ESP

3. ULMENTAYEVA, Galiya KAZ

+78 kg

1. ISSANOVA, Gulzhan KAZ

2. ALTHEMAN, Maria Suelem BRA

3. KINDZERSKA, Iryna UKR

3. SHEREMETOVA, Ekaterina RUS

Altre News