<

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Universiade a Gwangju, settimo posto per Valeria Ferrari

/immagini/Judo/2015/FERRARI*** Valeria (ITA) - GAZIEVA*** Irina (RUS)1.jpg

Gwangju, 5 luglio 2015. Il settimo posto di Valeria Ferrari è, al momento, il risultato migliore della delegazione azzurra del judo guidata da Massimo Sulli all’Universiade a Gwangju. Nei 70 kg la ventiduenne veronese ha superato Luisana Lovera Garcia (Ven), Lea Pueschel (Ger) prima di essere fermata ai quarti da Kazuki Osanai (Jpn). Recuperata, ha avuto la meglio su Lorena Podelenczki (Rou) ed è stata poi nuovamente sconfitta da Zhanar Kashkyn (Kaz). Lucia Tangorre è stata sconfitta due volte nei 78 kg, agli ottavi da Samah Camara (Fra), che ha poi vinto la gara e, nei recuperi, da Ayumi Hori (Jpn), mentre Alessia Regis è stata sconfitta nei sedicesimi dei 63 kg da Jessica Santos (Bra). Nei 90 kg Nicolas Mungai ha superato Danish Sharma (Ind) ed è stato poi fermato agli ottavi da David Klammert (Cze). Lunedì è il turno dei 66 kg con Matteo Piras che, nei trentaduesimi, affronta Anzaur Ardanov (Rus), dei 57 kg con Valentina Giorgis nei sedicesimi con Larissa Csatari (Hun), dei 52 kg con Elena Moretti nei sedicesimi con Chin-Ying Chen (Tpe).

Classifiche. 63: 1) Megumi Tsugane (Jpn); 2) Jiyun Bak (Kor); 3) Nadja Bazynski (Ger) e Jennifer Wichers (Ned); 70: 1) Seongyeon Kim (Kor); 2) Kazuki Osanai (Jpn); 3) Margaux Pinot (Fra) e Zhanar Kashkyn (Kaz); 78: 1) Samah Hawa Camara (Fra); 2) Alena Kachorovskaya (Rus); 3) Yujin Park (Kor) e Maike Ziech (Ger); +78: 1) Sarah Asahina (Jpn); 2) Minjeong Kim (Kor); 3) Santa Pakenyte (Ltu) e Jie Kang (Chn); 81: Khasan Khalmurzaev (Rus); 2) Kichun Wang (Kor); 3) Kenya Kohara (Jpn) e Jonathan Allardon (Fra); 90: 1) Donghan Gwak (Kor); 2) Khusen Khalmurzaev (Rus); 3) Kenta Nagasawa (Jpn) e Gustavo Assis (Bra); 100: 1) Guham Cho (Kor); 2) Clement Delvert (Fra); 3) Dino Pfeiffer (Ger) e Niiaz Bilalov (Rus); +100: 1) Hisayoshi Harasawa (Jpn); 2) Magomed Navhmudinov (Rus); 3) Nabil Zalagh (Fra) e Vladut Simionescu (Rou).

 

Altre News