Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’Italia pensa agli Europei e sale sul podio nel Grand Prix: bronzo a Tbilisi per Galeone

images/CGS_7754-1491147632-1491147632.jpeg

Ostia, 2 aprile 2017. Dopo la medaglia d’argento di Edwige Gwend, nel Grand Prix a Tbilisi, è arrivato anche il bronzo di Assunta Galeone e così, la prima partecipazione formale ad un torneo di livello superiore per l’Italia post-olimpica, ha dato un riscontro degno di nota. Con una squadra di cinque elementi, tutte donne, il team azzurro ne ha piazzate due sul podio ed un’altra, Alice Bellandi, al settimo posto nei 70 kg, un fatto questo che a tre settimane dagli Europei a Varsavia, costituisce segnale assolutamente positivo. Non è iniziata benissimo la gara di Susi Galeone, superata al golden score dall’ucraina Turchyn, che poi è andata a vincersi la categoria. Per la trentunenne napoletana però, esperienza e maturità hanno prevalso e dopo aver superato per ippon la russa Babintceva (shime waza), ha saputo mantenere la calma sufficiente per imporsi sull’olandese Stevenson, che nel ranking mondiale è dieci posizioni avanti a lei. La vittoria è maturata al golden score e così la Galeone è ritornata sul podio di un Grand Prix. L’ultima volta che ci era salita era in gennaio 2016. “Non sono soddisfatta – ha detto nonostante tutto la Galeone - perché non ho combattuto bene. Mi sentivo stanca e poco reattiva, so bene che questa è stata una gara di passaggio, che abbiamo fatto per sollecitare reazioni e sensazioni prima degli europei, e quindi senza scaricare e con tanto lavoro sulle spalle. Sostanzialmente, anche se non sono soddisfatta, dico che va bene così”.

Altre News