Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Europei a squadre, Italia con onore

images/European-Judo-Championships-Individual-und-Team-Warsaw-2017-04-20-239018.jpg

Varsavia, 23 aprile 2017. Che la Georgia fosse un osso duro, era chiaro a tutti ben prima del campionato d’Europa a Varsavia. E infatti, quando il sorteggio della gara a squadre maschile ha pescato il foglietto con il nome ‘Italia’ da affiancare a quello della testa di serie numero 1, appunto, la Georgia, il sospiro di sollievo degli altri 14 coach presenti lo si è percepito anche a distanza. Ma i cinque moschettieri azzurri hanno dato battaglia senza risparmiarsi e si sono conquistati l’applauso del pubblico e dei forti rivali. Antonio Esposito ha portato a casa anche il punto dell’onore con un waza ari di o uchi gari a Rekhviashvili negli 81 kg, ma hanno dato prova di valore anche Medves con Giunashvili nei 66 kg, Casaglia con Shavdatuashvili nei 73 kg, Marconcini con Gviniashvili nei 90 kg e Vincenzo D’Arco con Tushishvili nei +90. La Georgia poi, è toccata inevitabilmente anche agli altri, prima la Serbia, quindi l’Ucraina ed infine la Russia. E quell’osso duro della Georgia, alla fine, si è confermata la squadra campione d’Europa. Il torneo femminile invece, ha registrato il successo della Francia, ritornata regina spodestando in finale la Polonia.

Squadre M: 1) Georgia; 2) Russia; 3) Ungheria e Ucraina

Squadre F: 1) Francia; 2) Polonia; 3) Croazia e Germania