Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Coimbra, l’Italia è da 10! Oro per D’Angelo, Prosdocimo, Scutto, Silveri

images/2019/large/20190316_Coimbra_63.jpg

“L’Italia juniores è partita alla grande in questo 2019”. È implacabile l’analisi dei numeri che Raffaele Toniolo mette giù, ovviamente a memoria, al termine della prima giornata dell’European Cup Juniores a Coimbra. “Lo scorso anno i nostri atleti hanno conquistato 11 medaglie (2 Oro, 4 Argento, 5 Bronzo) e il quarto posto nel medagliere. Quest'anno nella prima giornata abbiamo 4 ori, 1 argento e 5 bronzi, che ci fanno fare un bel salto di qualità. Tutti gli atleti hanno combattuto al massimo senza risparmiarsi e credendo sempre al massimo nelle loro possibilità. Domani staremo a vedere, ma credo che avremo altre soddisfazioni”. Sono dieci infatti, le medaglie andate al collo degli U21 italiani, doppiata la Russia che, per ora, è a quota cinque. Quattro i primi posti con Biagio D’Angelo (60), Mattia Prosdocimo (73), Assunta Scutto (48), Federica Silveri (52), un secondo posto con Andrea Spicuglia (73), e cinque terzi posti con Alessandro Aramu (60), Chiara Palanca (52), Silvia Pellitteri (57), Nicolle D’Isanto (63), Flavia Favorini (63). Così ha commentato Assunta Scutto, oro nei 48 kg: “Sono molto contenta di come è andata questa gara, non avevo grandi aspettative, ma avevo voglia di vincere. Più andavo avanti e più prendevo confidenza con me stessa. La finale per me è stata l’opportunità per una rivincita, dato che l’anno scorso, con Lapuerta Comas, ho perso alla finale per il bronzo. Doppia soddisfazione quindi, e spero che quest’anno vada avanti così. Ringrazio la mia palestra ed il mio maestro Gianni Maddaloni, che mi ha seguita da casa ed Antonio Ciano per avermi seguito in gara”. Un altro commento è pervenuto da Alessandro Aramu, bronzo nei 60 kg: “Oggi in gara mi sono divertito molto, speravo in un risultato migliore, ma il lavoro che stiamo facendo in palestra sta dando i suoi risultati e sono fiducioso per le prossime gare”. Federica Silveri, oro nei 52 kg: “Sono molto soddisfatta della gara di oggi, dall’inizio alla fine non ho mai mollato. Ci credevo tanto, lo speravo e infine ci sono riuscita. Ottima partenza da junior! Coimbra è il mio posto fortunato! Ringrazio la mia società e tutti coloro che mi sono stati accanto”. Biagio D’Angelo, oro nei 60 kg: “Mi sono regalato questa medaglia per il mio compleanno!! Oggi sono partito subito con il piede giusto, non ho mai mollato, ho creduto in me stesso, e questo è il risultato!! Ringrazio in primis la mia famiglia e la mia ragazza, le FF.OO e la Nippon Club Napoli!!”. Mattia Prosdocimo, oro nei 73 kg: “È stata una gara complicata e lunga, davvero lunga! Cinque incontri, quattro dei quali finiti al golden score sono stati una bella impresa, ma sono contento perché è la mia seconda medaglia nel circuito internazionale junior e, soprattutto, la prima d’oro! Ringrazio il mio allenatore Manuel Covre, che mi ha sostenuto da casa, dietro le quinte, e Alessandro Comi, che oggi ne ha fatto le veci accompagnandomi incontro per incontro al primo gradino del podio”. (la notizia può essere aggiornata con i commenti degli altri atleti medagliati). Classifiche. 60: 1) D’Angelo (Ita), 2) Kurtashov (Rus), 3) Aramu (Ita) e Quintero Iglesias (Esp); 66: 1) Misirov (Rus), 2) Khalifaev (Rus), 3) Goueffon (Fra) e Waizenegger (Fra); 73: 1) Prosdocimo (Ita), 2) Spicuglia (Ita), 3) Gassner (Aut) e Makhmadbekov (Rus); 48: 1) Scutto (Ita), 2) Lapuerta Comas (Esp), 3) Brito (Por) e Malca (Isr); 52: 1) Silveri (Ita), 2) Eddinari (Mar), 3) Leopold (Isr) e Palanca (Ita); 57: 1) Cornelisse (Ned), 2) Zemanova (Cze), 3) Pellitteri (Ita) e Steele (Gbr); 63: 1) Goncharova (Rus), 2) Oberan (Cro), 3) D’Isanto (Ita) e Favorini (Ita)

Altre News