Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Cluj Napoca d’argento per Schiraldi, terza Carnà

images/large/20190503_Cluj1_Carnà.jpg

Argento e bronzo per l’Italia U18 nella prima giornata dell’European cadet Cup a Cluj Napoca, torneo con 563 atleti di 28 nazioni. Michele Schiraldi si è classificato al secondo posto nei 60 kg, mentre Giulia Carnà si è piazzata terza nei 48 kg. Questo il commento dei protagonisti. “Oggi mi sentivo bene e sono finalmente riuscito a fare il mio – ha detto Michele Schiraldi - in finale ho sbagliato, ma per ora va bene così, perché sono consapevole di avere ancora molto da migliorare. Ringrazio Pierangelo e l’Akiyama, in particolare Flavio e Leo, che oggi mi hanno sostenuto da vicino insieme a Comi e Gianluca Ferro”. “Questa è un’altra medaglia importante per il mio percorso – ha detto invece Giulia Carnà - puntavo ad un metallo più pregiato, ma il fatto che le cose non siano andate come volessi è uno sprone in più per migliorare. Ringrazio i miei maestri Fabrizio e Marco Fantauzzo che mi hanno sostenuto in questa giornata e la mia famiglia, che mi sta sostenendo in questa avventura”. È il coach Alessandro Comi infine, “Quella di oggi è stata una giornata di conferme e di sorprese – ha detto - Giulia è salita sul podio per la terza volta, per Michele è stata invece una prima assoluta. Entrambi sono stati protagonisti di una gara molto buona; così come Simone Aversa che, purtroppo, si è fermato ai piedi del podio dopo una finale concitatissima nella quale non è stato premiato come avrebbe meritato. In generale abbiamo visto tanti ragazzi italiani combattere a livello, a fare la differenza sono stati i dettagli, ora tecnici, ora tattici o fisici o anche nell’approccio mentale alla gara. Qualcuno è stato premiato sul podio, altri ritornano a casa ricchi di un’importante esperienza. Domani sarà la volta delle categorie più pesanti: stiamo a vedere di cosa saranno capaci i nostri ragazzi”.