Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Italiani in European Cup, 11 medaglie (4 oro) fra Coimbra e Celje

images/large/20190525_Coimbra_02.jpg

Azzurrini travolgenti a Coimbra, nella prima giornata dell’European Cadet Cup in Portogallo (505 atleti, 26 nazioni) infatti, hanno messo una medaglia al collo in nove, per tre oro, un argento, cinque bronzo. È andata bene anche a Celje, dove Michela Fiorini si è aggiudicata il derby azzurro per la medaglia d’oro nell’European Cup Senior in Slovenia (230 atleti, 24 nazioni). È stata tutta italiana infatti, la finale quella dei 48 kg che con Michela Fiorini e Sofia Petitto, una di fronte all’altra al termine di una gara in cui entrambe hanno dominato le avversarie. Due ippon sulle tedesche Ballhaus e Schneider per Fiorini, analogo trattamento ha riservato Petitto alla tedesca Ulrich ed alla francese Bernard. “Questa medaglia per me è importantissima – ha detto Michela Fiorini - perché è stata la mia prima gara in coppa Europa dopo un intervento alla spalla che mi ha tenuta lontano dalle competizioni per un anno e qualche mese. Dopo tutto questo tempo, tornare sul tatami e arrivare prima è quasi un sogno! Speravo di fare una bella gara, ma oggi i fatti hanno superato di gran lunga le aspettative”. “Non è stata una gara difficile – ha detto a sua volta Sofia Petitto - mi aspettavo di vincere, ma purtroppo ho perso la finale di osae komi al golden score con Fiorini, grande atleta! Il mio tallone d’achille è proprio la lotta a terra, devo migliorare e lo farò sicuramente! Mi sentivo bene, prossimo step è a Cluj, European Open! Dove verrà anche il mio coach Pierangelo Toniolo, spero in una bella gara!”. Primo posto in Portogallo per Chiara Dispenza (40), Assunta Scutto (48), Veronica Toniolo (52), secondo posto per Asia Avanzato (44), terzo posto per Carlotta Avanzato (44), Giulia Carnà (48), Sara Russo (52), Emma Stoppari (44), Thomas Scatolino (50). Di seguito i commenti dei medagliati.

Chiara Dispenza, oro nei 40 kg: “Sono molto contenta di come è andata questa gara, ho raggiunto un altro piccolo obiettivo e fatto una bellissima esperienza. Nonostante il risultato devo continuare a lavorare, perchè ci sono ancora molte cose da imparare e molti aspetti su cui migliorare. Ringrazio la Nazionale Italiana, i miei maestri Marco e Fabrizio Fantauzzo che continuano a credere sempre in me, la mia famiglia ed i ragazzi dell’Hydra che sono sempre pronti a sostenermi”.

Asia Avanzato, argento nei 44 kg: “Oggi mi sentivo carica e desiderosa di conquistare una medaglia. Ero sicura di poter vincere la finale, ma purtroppo per un mio errore mi sono dovuta accontentare del secondo posto. Nonostante non abbia raggiunto a pieno il mio obbiettivo sono contenta di come è andata questa gara e ora continuerò ad allenarmi con costanza e determinazione in vista delle prossime gare”.

Thomas Scatolino, bronzo nei 50 kg: “Sono soddisfatto del mio risultato, malgrado l'incontro perso. Sono consapevole del fatto che avrei potuto far meglio, ma da qui preparerò gli appuntamenti più importanti in futuro. Ringrazio come sempre la mia società, l’Akiyama, la nazionale italiana e la mia famiglia”.

Carlotta Avanzato, bronzo nei 48 kg: “Speravo in qualcosa di più, mi dispiace per la semifinale che avrei potuto fare di meglio. Ci sono ancora degli errori da correggere, per questo appena ritorno continuo a lavorare sodo per prepararmi al meglio per i prossimi appuntamenti. Sono comunque felice di essere riuscita a salire sul podio e a portare a casa la medaglia di bronzo”.

Giulia Carnà, bronzo nei 48 kg: “Salire sul podio di un’European Cup per la quarta volta è davvero un’emozione fantastica. Penso ci sia ancora da lavorare, ma la strada è lunga e, per come sta andando, penso sia quella giusta. Adesso spero di partecipare ai campionati europei e centrare la medaglia. Ringrazio i miei maestri Marco e Fabrizio Fantauzzo, tutto lo staff dell'Hydra e la mia famiglia”.

Sara Russo, bronzo nei 52 kg: “Sono molto soddisfatta di aver conquistato questa medaglia, in quest'ultima tappa dell'anno. Come sempre ringrazio il mio maestro Pierangelo, i miei genitori e tutti i tecnici della nazionale ed in particolare il maestro Piccirillo che mi ha supportata in questa gara”.

Emma Stoppari, bronzo nei 44 kg: “Sono ovviamente molto contenta del risultato che ho ottenuto oggi, questa seconda medaglia ad un’European cup è una grande soddisfazione e un altro stimolo per continuare a lottare per i miei obiettivi. Voglio ringraziare i miei tecnici, i miei compagni e i miei genitori per questi traguardi”.

Veronica Toniolo, oro nei 52 kg: “È andato tutto come mi ero prefissata e ovviamente sono molto soddisfatta: questa è stata un’importante tappa di passaggio, ora devo mantenere la concentrazione per i prossimi appuntamenti; ringrazio i miei compagni di nazionale che oggi mi hanno sostenuta e papà e mamma che sono un sostegno insostituibile”.

Assunta Scutto, oro nei 48 kg: “Sono contenta di questa medaglia, anche perché è il mio quarto oro a livello internazionale su 4. La gara è andata più che bene, gara dopo gara mi sento sempre più sicura di me. Adesso i miei obiettivi sono europei e mondiali cadetti. Ringrazio il mio maestro Gianni Maddaloni presente in gara e Antonio Ciano che mi ha seguito da casa”.

Altre News