Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Italia leader a Varsavia, Toniolo oro, Centracchio argento, Lisciani quinta

images/large/20190628_LCentracchio_argento.jpg

Un’altra medaglia d’oro per l’Italia a Varsavia! E con Veronica Toniolo i primi posti sono diventati tre, ma nella seconda giornata del campionato d’Europa U18 c’è anche la medaglia d’argento di Luigi Centracchio ed il quinto posto di Sara Lisciani. È proprio un’Italia travolgente questa dei cadetti, che si batte e si fa valere, come accade ormai da tempo del resto. Veronica Toniolo ha conquistato la finale dei 52 kg superando per wazari Teodora Copic (Srb) e Marie Polnicka (Cze), quindi per ippon Vladyslava Snitko (Ukr) e Palina Slesarenka (Blr). Per la medaglia d’oro ha superato l’austriaca Anika Schicho, tre shido e la partita si è chiusa. Luigi Centracchio ha scalato il tabellone dei 73 kg con le vittorie per ippon su Yehor Kuzin (Ukr), wazari su Jonathan Houkes (Ned), ippon su Panagiotis Shakos (Cyp) e wazari allo scadere su Alexandre Tama (Fra). In finale ha affrontato il ceco Adam Kopecky, che ha messo a segno due wazari. Sara Lisciani nei 57 kg ha superato per ippon Fatima Costa (Por) ed Erika Vauhkonen (Fin) prima di essere fermata da Alexe Wagemaker (Ned), quindi altre due vittorie per ippon su Martha Fawaz (Fra) e Fationa Kasapi (Kos) l’hanno portata alla finale per il bronzo con la russa Kseniia Galitskaia, che è stata premiata grazie alla terza sanzione assegnata all’azzurra. Nei 52 kg una vittoria per Sara Russo sulla lituana Gabriele Zilionyte prima dello stop impostole da Romi Dori (Isr). Nei 66 kg Samuel Salvo è stato eliminato da Jano Ruebo (Ger) e nei 73 kg Manuel Vici, dopo la sconfitta con Vugar Talibov (Aze), ha ceduto anche nel recupero con Aleksandar Rajicic (Srb). Sabato sarà il turno di Daniele Accogli (90), Jean Carletti (+90), Carolina Mengucci (70), Erica Simonetti, Asya Tavano (+70).

I commenti dei protagonisti

“Oggi non stavo tanto bene – ha detto Veronica Toniolo - ma questa mattina, quando mi sono svegliata, mi sono detta che sarei dovuta salire ugualmente sul gradino più alto del podio. È stata una gara difficile, ma ho portato sul tatami tutto quello che avevo... lo scorso anno l’europeo mi aveva lasciato l’amaro in bocca, così promisi a me stessa ed a mio papà che il colore della medaglia sarebbe cambiato. E così è stato! Ringrazio papà, che mi dà la forza per affrontare queste giornate nonostante tutto, ringrazio mamma che ancora una volta è stata al mio fianco, ringrazio Susy Scutto e Alessandro Comi che in questi giorni mi hanno aiutata, sostenuta e sopportata... e con loro ringrazio tutti i miei compagni di club e di nazionale il cui supporto è stato impagabile!”.

"Sto rosicando..... - ha detto Luigi Centracchio - sapevo di poter fare un buon Europeo e sapevo di poter puntare in alto: c’è mancato poco ed ora ovviamente penso che il colore della mia medaglia sarebbe potuto essere un altro. L’amaro di oggi è lo spunto giusto per lavorare più sodo e per concentrarmi sui prossimi appuntamenti. Ringrazio la nazionale e la mia famiglia ed in particolare mia sorella Maria che oggi mi ha supportato per tutta la giornata".

"È stata un’altra ottima giornata - ha detto Alessandro Comi a nome della CNAG - anche oggi i ragazzi hanno combattuto alla grande; Veronica ha disputato un Europeo di grande caparbietà dimostrando che anche quando le condizioni non sono ottimali si può arrivare in alto con le risorse che si hanno a disposizione; Gigi non è stato da meno: impeccabile il suo percorso fino alla finalissima dove purtroppo il ceco lo ha sorpreso. L’europeo è nel pieno del suo svolgimento, dobbiamo restare concentrati per la terza giornata e ultima giornata di gare individuali: domani si combatte ancora".

Altre News