<

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Con Mungai l’Italia ha completato il suo Masters più bello

images/large/1EDF6087.JPG

Ultimo degli undici azzurri invitati al Qingdao Masters 2019, Nicholas Mungai si è fermato al primo turno dei 90 kg in cui ha affrontato lo svizzero Ciril Grossklaus. L’incontro è stato estremamente equilibrato e, dopo due minuti di golden score con due shido per parte, la terza sanzione ha punito l’azzurro per uscita. «Non chiedevamo nulla di più a Nicolas - ha detto il coach Francesco Bruyere - uno strappo al semimembranoso di due mesi fa non gli ha permesso di allenarsi ed è già molto che sia riuscito a recuperare così in fretta per partecipare. Per fortuna ora ci separa un po’ di tempo dalle prossime competizioni e lavoreremo sodo per rimetterlo nelle condizioni ottimali». Il Giappone, con dodici medaglie di cui cinque d’oro, ha ribadito una superiorità che nessuno sembra essere in grado di mettere in discussione, mentre l’Olanda, con l’exploit messo a segno nella terza giornata, ha meritato la piazza d’onore in un medagliere che conta otto nazioni a dividersi le 14 medaglie d’oro. E, fra queste, c’è per la prima volta nel Masters l’Italia grazie a Manuel Lombardo, secondo europeo che è salito sul trono dei 66 kg che fu di Maruyama (2018), Ganbold (2017), An Ba-Ul (2016), Zantaraia (2015), Lim (Kaz) (2013), Sanjaasuren (2012), Khashbaatar (2011), Sanjaasuren (2010). Ma l’Italia a Qingdao ha confermato uno spessore degno del ‹team azzurro più forte di sempre› anche con i quinti posti di Odette Giuffrida (52), Christian Parlati (81) ed il settimo di Maria Centracchio (63), che valgono un quinto posto nel medagliere per nazioni che, a 223 giorni dall’inizio delle Olimpiadi, suona come un auspicio. Ed è evidentemente un buon auspicio.
Risultati 3^ giornata.
90: 1. Lasha Bekauri (Geo), 2. Nikoloz Sherazadishvili (Esp), 3. Mikail Ozerler (Tur) e Nemanja Majdov (Srb)
100: 1. Michael Korrel (Ned), 2. Aaron Wolf (Jpn), 3. Niyaz Ilyasov (Rus) e Varlam Liparteliani (Geo)
+100: 1. Hisayoshi Harasawa (Jpn), 2. Lukas Krpalek (Cze), 3. Henk Grol (Ned) e Kokoro Kageura (Jpn)
78: 1. Fanny Estelle Posvite (Fra), 2. Audrey Tcheumeo (Fra), 3. Fei Chen (Chn) e Anna Maria Wagner (Ger)
+78: 1. Tessie Savelkouls (Ned), 2. Iryna Kindzerska (Aze), 3. Hayun Kim (Kor) e Maryna Slutskaya (Blr)

Altre News