Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Brave le Francesche a Tashkent, Giorda quinta e Milani settima

images/large/20210305_Uzb_FGiorda.jpg

L’Italia ha aperto il Grand Slam a Tashkent con il bel quinto posto di Francesca Giorda nei 48 kg, ma è stata una bella prova quella di Francesca Milani, settima nella stessa categoria.

“Dopo un bel po' di problemi e due gare andate male avevo davvero bisogno di fare medaglia -ha commentato Francesca Giorda- il sorteggio era più che buono e sapevo che poteva essere un’occasione per fare bene. Purtroppo, ho commesso degli errori sui quali devo assolutamente lavorare e che mi hanno fatta arrivare quinta. Non sono soddisfatta, so di poter fare meglio”. La gara di Francesca Giorda è iniziata con la vittoria su Kristina Bulgakova (Rus) e Kalimajon Kurobonova (Uzb), poi è arrivata la sconfitta da parte di Natsumi Tsunoda (Jpn), la vittoria nel recupero su Maria Siderot (Por) e quindi l’altra sconfitta nella finale per il terzo posto con Andrea Stojadinov (Srb).

“Peccato perché oggi mi sentivo veramente bene ed ero tranquilla, bastava soltanto quel pizzico in più! Però da un lato sono molto contenta perché ‘ho ritrovato me stessa’, era da tempo che non mi sentivo così bene sul tatami di gara, soprattutto dopo il COVID, ma ora sento che ogni giorno va sempre meglio quindi che dire, alla prossima!”.

Il percorso di gara di Francesca Milani è iniziato con le vittorie su Monica Ungureanu (Rou) e Anne Sophie Jura (Bel), alle quali sono seguite le sconfitte con Urantsetseg Munkhbat (Mgl) e, nel recupero, con Milica Nikolic (Srb).

Così gli altri sei azzurri in gara oggi, nei 52 kg Martina Castagnola è stata sconfitta da Khorloodoi Bishrelt (Mgl), mentre nei 57 kg Martina Lo Giudice ha superato la kazaka Bakyt Kussakbayeva prima di essere fermata dalla tedesca Theresa Stoll, che si è poi piazzata al terzo posto. Nei 60 kg Biagio D’Angelo ha vinto con Dilshot Khalmatov (Ukr) prima di cedere il passo al francese Luka Mkheidze, poi terzo. Nella stessa categoria Diego Rea è stato fermato dal tedesco Maximilian Heyder, così come Matteo Piras che, nei 66 kg, non è riuscito a superare l’impegnativo incontro con Dzmitry Minkou (Blr). Vittoria al primo turno invece per Biagio Stefanelli che, nei 66 kg, ha avuto la meglio sul dominicano Wander Mateo ed è stato poi sconfitto da Matej Poliak (Svk).

Queste le emozioni di alcuni esordienti in prima squadra, “Bellissima esperienza... -ha detto Biagio Stefanelli- Sono (riferito agli azzurri in corsa per le Olimpiadi, ndr) veramente una squadra fortissima”.

“Sto ancora cercando di rimettere insieme tutti i pensieri -ha detto invece Martina Castagnola- probabilmente emozionata è la parola che più si avvicina a come mi sento. È stato bello tornare a calpestare il tatami di gara ed ancora di più farlo per la prima volta ad un grand Slam, dopo quasi un anno e mezzo. Ho combattuto al primo incontro di tutta la gara e, purtroppo, non è andata come volevo, nonostante abbia ritrovato le sensazioni che mi mancavano da tempo. Ad ogni modo sono felice di aver partecipato al mio primo Grand Slam e di essere finalmente tornata”.

“Partecipare al Grand Slam è stata per me un'esperienza importante ed entusiasmante. -ha detto Diego Rea- Il Grand Slam è una delle competizioni più importanti ed ero consapevole di partecipare ad una gara con grandi campioni. Naturalmente non sono felice per il risultato, non è quello che volevo. Ho capito però che devo migliorare e impegnarmi di più per raggiungere obiettivi importanti. Non mollerò e andrò avanti con la consapevolezza di poter ottenere grandi risultati”.

“Sicuramente è un palcoscenico tutto nuovo -è stato il commento di biagio D'Angelo- nuove sensazioni, nuove emozioni, speravo andasse meglio, c’è ancora da lavorare sicuramente, ma come si suol dire, tempo al tempo!”

Sabato, in occasione della seconda giornata, l’Italia schiera una sola esordiente in prima squadra, Nicolle D’Isanto nei 63 kg, e gareggerà assieme a sei azzurri ‘top’, Maria Centracchio, Alice Bellandi, Fabio Basile, Giovanni Esposito, Antonio Esposito, Christian Parlati.

Le gare possono essere seguite sul Canale Sky Sport Arena (canale 204) con i seguenti orari, sabato 6 marzo dalle 13 alle 15, domenica 7 marzo dalle 13 alle 15.30.

 

Altre News