Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Budapest day 3, Giovanni Esposito che peccato! A Fabio Basile il quarto pass per Tokyo

images/large/20210608_GEsposito_3.jpg

Se l’è giocata alla grande come sempre, Giovanni Esposito. E nella terza giornata del mondiale a Budapest, in gara le categorie dei 57 e 73 kg, il 23enne napoletano ha dimostrato un valore assoluto mettendo sotto avversari che gli stanno davanti in classifica. Esposito ha sconfitto il romeno Alexandru Raicu (n. 30) ed il kossovaro Akil Gjakova (n. 7), entrambi al golden score. Entrambi portati alla terza sanzione.

E li ha fatti impazzire e schiumare di rabbia perché Giovanni ha sempre fatto prima di loro quello che loro avrebbero voluto fare a lui. “Giovanni aveva un sorteggio molto complicato, ma ero davvero convinto che arrivasse in fondo. -ha detto Coach Francesco Bruyere- In questo quadriennio è maturato ed è cresciuto molto, ha acquisito consapevolezza nelle sue capacità ed ogni volta che sale sul tatami è più forte della volta precedente".

"Oggi lo ha dimostrato mettendo in riga due tra i top player e cedendo il passo solo per una distrazione con il forte azero Heydarov. Peccato davvero, perché una medaglia era alla sua portata. Con questo risultato -ha concluso Bruyere- Giovanni non è riuscito a centrare la qualificazione e ne siamo dispiaciuti, ma la sua posizione in ranking non riflette il valore reale. Lui è un campione ed il futuro gli sorriderà”.

L’azero Hidayat Heydarov è riuscito a non cadere nella trappola di Esposito grazie ad un wazari di morote seoi nage ad 1’30” dal termine e contenendo a due soltanto le sanzioni, fermando così l’azzurro agli ottavi, purtroppo fuori dai recuperi. “Oggi poteva arrivare una medaglia, pertanto questo mondiale mi lascia l’amaro in bocca -ha detto Giovanni Esposito- continuerò a lavorare e migliorarmi giorno dopo giorno per essere più forte e più maturo per la prossima olimpiade”. Con Macias (Swe), Shavdatuashvili (Geo), Turaev (Uzb), Ciloglu (Tur), Heydarov (Aze) e Hashimoto (Jpn) approdati oggi al blocco delle finali, la posizione in classifica di Fabio Basile non può arretrare e così, dopo Francesca Milani, Odette Giuffrida, Manuel Lombardo, anche lui è ufficialmente qualificato alle Olimpiadi a Tokyo.

Domani, giornata numero 4 di questo mondiale, sono attesi alla prova Maria Centracchio (63) ed Antonio Esposito (81).

Altre News