Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il bronzo di Scutto accende gli Europei U21 a Lussemburgo

images/large/20210909_LUX_1.jpg

Gli Europei juniores per l’Italia a Lussemburgo si sono aperti con la medaglia di bronzo di Assunta Scutto ed i quinti posti di Federica Silveri e Veronica Toniolo. Prima giornata di gare e ben tre le azzurre arrivate a giocarsi la medaglia, considerando anche che Giulia Carna, poi settima, si è fermata nei quarti in un derby azzurro.  "Sono soddisfatta del mio risultato… -ha detto sorridente Assunta Scutto- i miei primi europei Junior, ovviamente puntavo più in alto, ma sono molto contenta dell’esperienza maturata oggi. Ho capito tante cose e sicuramente mi rifarò nei prossimi impegni e voglio ringraziare in primis in mio allenatore Antonio Ciano, che ogni giorno mi trasmette tutta la sua esperienza e mi sta veramente vicino in tutto nel bene e nel male gli devo tanto e anche se non è potuto esserci di persona voglio che sappia che la medaglia è soprattutto grazie a lui… poi il mio maestro Gianni Maddaloni che mi è stato vicino in gara via web e mi ha dato consigli preziosi, per me è come un papà! La nazionale che mi ha permesso di partecipare a questa gara, il mio gruppo sportivo Fiamme gialle il direttore tecnico che mi ha seguita e tifata super emozionato Paolo Monaco e il mio fidanzato…Kevyn Perna che ha fatto il pazzo per me 😬". “È stata una giornata agrodolce in cui senza dubbio potevamo raccogliere molto molto di più -ha detto il tecnico azzurro Raffaele Parlati- Ottima la prova di Scutto, che ancora una volta conquista un meritato podio. Non da meno le prove di Toniolo e Silveri, che hanno lottato con caparbietà ed astuzia ma purtroppo si sono fermate ai piedi del podio. Da sottolineare poi la prestazione della giovanissima Carná, settima classificata, e degli altri atleti in gara oggi che si sono battuti con onore, cedendo le armi sono negli ultimi istanti dei loro incontri con atleti che hanno poi conquistato il podio, senza però avere la 20210909 LUX 4possibilità di essere recuperati. Senza dubbio le prestazioni di oggi lasciano ben sperare per i prossimi giorni e per le prossime competizioni. Dalle sconfitte bisogna imparare, aiutano a crescere ed a forgiare i campioni”. Assunta Scutto ha superato la turca Merve Azak, la spagnola Gemma Maria Gomez Antona e, dopo la sconfitta in semifinale patita dalla russa Irena Khubulova, si è imposta nella finale per la medaglia di bronzo sulla portoghese Raquel Brito. Federica Silveri ha superato l’ungherese Rebeka Keller e, nei quarti di finale, si è aggiudicata il derby azzurro con Giulia Carna. Sconfitta in semifinale dalla francese Chloe Devictor, ha ceduto poi alla kossovara Erza Muminoviq nella finale per il bronzoVeronica Toniolo ha superato l’ungherese Anna Kriza e la spagnola Marta Garcia Martin approdando in semifinale dov’è stata fermata dalla francese Faiza Mokdar. Nella finale per la medaglia di bronzo la vittoria è andata all’austriaca Lisa Grabner. Giulia Carnà, (52), ha superato la bulgara Gabriela Dimitrova prima di fermarsi con la compagna di squadra Federica Silveri.Chiara Zuccaro (57), ha superato la slovena Ana Skrabl ed è stata fermata dall’israeliana Kerem Primo, che poi ha vinto l’oro.  Giuseppe De Tullio ha superato il bielorusso Uladzislau Dubrouski ed è stato sconfitto dal georgiano Giorgi Sardalashvili.Simone Aversa, (60) ha superato lo spagnolo Gaizka Porras Ferreiro e si è poi fermato di fronte al tedesco Maximilian Standke. Alexandru Comerzan (66) ha superato il moldavo Alexandru Izvoreanu ed è stato poi sconfitto dal georgiano Tengo Zirakashvili.

Domani in gara gli azzurri Luigi Centracchio, Vincenzo Pelligra (73), Bright Maddaloni Nosa (81), Thauany David Capanni Dias, Sara Lisciani (63), Martina Esposito (70).

Risultati

48: 1. Irena Khubulova (Rus), 2. Aydan Valiyeva (Aze), 3. Lea Beres (Fra) e Assunta Scutto (Ita)

60: 1. Romain Valadier Picard (Fra), 2. Giorgi Sardalashvili (Geo), 3. Oleh Veredyba (Ukr) e Matan Kokolayev (Isr)

52: 1. Lilia Nugaeva (Rus), 2. Chloe Devictor (Fra), 3. Ana Viktorija Puljiz (Cro) e Erza Muminoviq (Kos), 5. Federica Silveri (Ita)

66: 1. Maxime Gobert (Fra), 2. Kantemir Kodzov (Rus), 3. Yevhen Honcharko (Ukr) e Valdyslav Kazimirov (Ukr)

57: 1. Kerem Primo (Isr), 2. Faiza Mokdar (Fra), 3. Ozlem Yildiz (Tur) e Lisa Grabner (Aut)

Altre News