Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Grand Slam a Parigi per Scutto e Pantano, altri 30 in gara a Dubrovnik

images/large/20210924_APantano-3.jpg

Ha appena vinto il titolo di campionessa del mondo juniores nei 48 kg ad Olbia ed è già a Parigi per disputare un Grand Slam che fra sabato 16 e domenica 17 ottobre metterà a confronto 300 atleti di 48 nazioni.

Si tratta di Assunta Scutto che, assieme ad Angelo Pantano nei 60 kg, si appresta a vivere un’altra esperienza ai massimi livelli con l’assistenza di coach Antonio Ciano e del Covid manager Alessandro Comi.

“Sono veramente contentissima di essere qui a Parigi -ha detto Assunta Scutto- penso sia il torneo più bello di sempre se devo essere sincera non ho aspettative, sono venuta qui a divertirmi e dare il meglio di me non vedo l’ora di confrontarmi con persone più esperte”.

“Sto molto bene -ha detto invece Angelo Pantano- il mio allenatore é riuscito a strutturare un programma che mi portasse in gara nelle migliori condizioni possibili. La gara non é facile, ma siamo qui per combattere e trarre il meglio da questa esperienza.

Parigi é descritta da tutti come la gara più bella ed emozionante del panorama internazionale, non vedo l’ora di salire sul tatami e divertirmi come ho fatto qualche settimana fa a Zagabria”.

“È un’edizione animala quella di quest’anno -ha commentato infine Alessandro Comi- non poteva mancare poiché si tratta del cinquantesimo compleanno di questo torneo che senza dubbio è il più celebre in assoluto… con poco meno di 300 atleti in gara può sembrare una versione ridotta, ma sono piuttosto convinto che sarà un grande spettacolo: tra i giovani all’esordio e i nomi eccellenti in cerca di rivalsa, la gara regalerà emozioni uniche. Bercy sarà aperta al pubblico dotato di Green Pass e anche questo saprà fare la differenza. Angelo tornerà in gara dopo l’argento - un oro sfumato - di due settimane fa a Zagabria, Susy carica del titolo iridato la scorsa settimana a Olbia: le premesse per un grande torneo ci sono tutte”.

Sabato e domenica saranno in gara anche 275 atleti di 27 nazioni a Dubrovnik per un’European Cup Senior cui l’Italia partecipa con: Stefano Monticone, Mario Petrosino, Andrej Ferro, Rocco Terranova, Diego Rea (60), Leonardo Valeriani (66), Andrea Spicuglia, Gabriele Sulli, Davide Nuzzo, Davide Ripandelli (73), Luigi Pippa, Tiziano Falcone, Emanuele Bruno (81), Matteo Rovegno (90), Kevyn Perna (100), Lorenzo Turini (+100), Sofia Petitto (48), Eleonora Crescini (52), Chiara Zuccaro, Silvia Pellitteri, Tea Patri, Francesca Ripandelli (57), Cristina Piccin, Agnese Zucco, Beatrice Ranzato, Flavia Favorini, Chiara Cacchione (63), Raffaella Lelia Ciano (70), Eleonora Ghetti (+78), tecnici: Luca Ravanetti, Salvatore Ferro, Manuela Tadini, Danilo Silveri, Davide Spicuglia.

Altre News